Bagarre Pd, Ferri incontra la minoranza che gli chiede di azzerare la segreteria

Nella riunione che si è svolta lunedì insieme alla minoranza, presenti da un lato lo stesso Ferri, Valerio Mori e Clemente Longarini, dall'altro Mirko Mecozzi, Fabrizio Barbaranelli, Dario Bertolo, Claudia Feuli e Piero Alessi, i punti all'ordine del giorno sono stati molteplici, così come le richieste pervenute al segretario

Non è un lavoro facile per il neo giovane segretario Germano Ferri, quello di cercare la sintesi all’interno del partito. Lo si sapeva, ma la nuova guida dem se ne sta accorgendo sempre più strada facendo. Così nella riunione che si è svolta lunedì insieme alla minoranza, presenti da un lato lo stesso Ferri, Valerio Mori e Clemente Longarini, dall’altro Mirko Mecozzi, Fabrizio Barbaranelli, Dario Bertolo, Claudia Feuli e Piero Alessi, i punti all’ordine del giorno sono stati molteplici, così come le richieste pervenute al segretario. A cominciare dall’azzeramento della segreteria, ritenuta dalla minoranza non rappresentativa di tutte le aree del partito. Non solo perchè Mecozzi&co. avrebbero chiesto anche la rielezione del presidente, un incarico attualmente ricoperto dallo stesso Longarini. Infine un passaggio anche sulle candidature, visto che l’appuntamento con le Regionali e le Politiche si avvicina sempre dei più.

Ferri. “La riunione, estremamente positiva, si è svolta con tranquillità e serenità dato il volere comune di cercare una strada la quale si testerà già nel prossimo futuro, al primo grande evento del Circolo locale dato dalla Conferenza Programmatica, utile strumento per iniziare a parlare concretamente insieme alla cittadinanza dei tanti problemi di una Civitavecchia ormai allo sbando. Auspico quindi che si riesca a trovare un punto di incontro con la minoranza, anche se personalmente non amo la caratterizzazione delle componenti del partito con appellativi maggioritari o minoritari in quanto tutti dovremmo lavorare unitariamente per il bene comune e del Partito e della nostra città la quale ha estremo bisogno di idee e di una politica che sia realmente a contatto con le necessità della gente”.

Condividi