Domani alle 21 al museo archeologico di Civitavecchia “La ballata del vecchio marinaio”

La ballata del vecchio marinaio in cui Samuel T. Coleridge è rivisitato con una scansione ritmica che coniuga la parola al verso e la musica alle immagini nel lavoro di Fortebraccio Teatro. "Ringraziamo il Polo Museale del Lazio per aver coinvolto Civitavecchia nell'ambito di questa affascinante rassegna - afferma l'assessore alla Cultura Enzo D'Antò - èa la seconda iniziativa che viene svolta all'interno del museo e già nella prima occasione siamo rimasti molto soddisfatti sia per la risposta del pubblico che per la altissima qualità dell'evento"

Si chiude con “La ballata del vecchio marinaio” la rassegna “In scena – danza e teatro nei luoghi d’arte del Lazio” nell’ambito di ArtCity organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, con la cura affidata ad Anna Selvi, direttore dell’ufficio per il teatro e la danza, con un site specific pensato appositamente per il Museo Archeologico Nazionale di Civitavecchia sabato 8 settembre (ore 21, ingresso gratuito fino ad esaurimento posti). La ballata del vecchio marinaio in cui Samuel T. Coleridge è rivisitato con una scansione ritmica che coniuga la parola al verso e la musica alle immagini nel lavoro di Fortebraccio Teatro. Il testo, pubblicato nel 1798, diviene uno dei manifesti del Romanticismo, e le vicende del marinaio che, durante uno sfortunato viaggio in mare, uccide un albatros, l’emblema di un’estrema ricerca di senso nella vita. Lo spettacolo sarà riallestito all’interno del Museo, trovando in esso una nuova ambientazione e una nuova lettura: il pubblico, da un camminamento circolare e sovraelevato rispetto all’attore, sprofonda così lo sguardo nella vastità e nella visionarietà della poesia. Il monodramma, affondato nelle parole de “la ballata del vecchio marinaio” di Samuel T. Coleridge, è costruito nel ritmo poetico di un viaggio epico e glaciale, grazie alla voce di Roberto Latini, Premio Ubu 2017 come Miglior Attore, e alle musiche originali di Gianluca Misiti, due volte Premio Ubu per il Miglior progetto sonoro nel 2015 e 2017.  Fortebraccio Teatro è una compagnia teatrale riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo dal 1999. Volta alla sperimentazione del contemporaneo, alla riappropriazione dei classici e alla ricerca di una scrittura scenica originale, vive della collaborazione artistica di Roberto Latini, Gianluca Misiti e Max Mugnai

Le parole dell’assessore. “Ringraziamo il Polo Museale del Lazio per aver coinvolto Civitavecchia nell’ambito di questa affascinante rassegna – afferma l’assessore alla Cultura Enzo D’Antò – èa la seconda iniziativa che viene svolta all’interno del museo e già nella prima occasione siamo rimasti molto soddisfatti sia per la risposta del pubblico che per la altissima qualità dell’evento. Invito la cittadinanza a partecipare perchè sarà uno spettacolo sicuramente suggestivo”.

Condividi