Polo universitario, il prof. Mosconi presidente. Cozzolino: “Comune, Fondazione Cariciv e Tuscia al lavoro in maniera sinergica”

Si è stabilito che il CDA sarà formato dal Sindaco Cozzolino, dal dott. D'Avenia (Fondazione Cariciv) e dal prof. Mosconi che sarà il rappresentante presso il polo universitario di Civitavecchia per l'università della Tuscia

Nella mattinata di ieri si è tenuta l’assemblea dei soci e a seguire una seduta del consiglio di amministrazione del polo universitario di Civitavecchia. L’assessore Lecis è subentrata all’assessore Perrone come membro dell’assemblea per conto del Comune di Civitavecchia, insieme al Sindaco Cozzolino e al prof. Dario Menditto. Si ricorda che in totale i componenti dell’assemblea dei soci sono 9, 3 in quota Comune, 3 in quota Fondazione Cariciv e 3 in quota Università della Tuscia. Si è stabilito che il CDA sarà formato dal Sindaco Cozzolino, dal dott. D’Avenia (Fondazione Cariciv) e dal prof. Mosconi che sarà il rappresentante presso il polo universitario di Civitavecchia per l’università della Tuscia.

Crescita culturale. “Ragionando con il rettore Ruggieri e con la neo presidente della Fondazione Cariciv Sarracco – afferma il Sindaco Cozzolino – benchè la presidente nell’ottica della rotazione spettasse al Comune, ho ritenuto opportuno che la presidenza passasse proprio al prof. Mosconi per i prossimi 3 anni, visto l’ottimo lavoro che sta facendo la Tuscia insieme agli altri membri del Consorzio che ha portato all’inaugurazione del quarto corso (economia circolare) e considerata inoltre la possibilità del prof. Mosconi di vivere continuativamente la realtà universitaria locale.
Le tre istituzioni stanno lavorando fin dall’insediamento in maniera totalmente sinergica e lo dimotra anche il fatto che quelle di oggi sono state tutte votazioni unanimi. L’impegno dei 3 enti è da 4 anni costante e mostra i suoi frutti nella convinzione che l’università per una città come la nostra sia un punto di riferimento per la crescita culturale e sociale dell’intera comunità.

Auguro quindi al professore buon lavoro nella convinzione che saprà portare il polo universitario a risultati sempre migliori”.

Condividi