Si è chiusa una stagione splendida del Civitavecchia Rugby Centumcellæ che nel girone 2 di serie B ha chiuso al settimo posto con 47 punti, frutto di nove successi. Lo scalpo del Livorno – terzo della classe – quello più prestigioso conquistato al Moretti Della Marta con un finale al cardiopalmo di 28-27.

Il match. Chi pensava che si trattasse di una classica partita di fine stagione si è sbagliato di grosso: nessuna delle due compagni è retrocessa di un millimetro e anzi – nonostante il caldo – sotto l’aspetto fisico gli impatti sono stati sonori così come la volontà costante di giocare. Lo spettacolo offerto al pubblico del Casaletto Rosso è stato splendido, un “derby del Tirreno” appassionante che – ironia della sorte – ha visto protagonista come all’andata Gabriele Gentile: il numero 10 ha messo fra i pali l’ovale del sorpasso a un minuto dalla fine. All’inizio il Crc parte fortissimo: Athos Onofri, dopo una serie di azioni insistite, schiaccia in meta al 9′ e Gentile è preciso dalla piazzola (7-0). Poi inizia lo show di Alessandro Crinò: il mediano di mischia, al 16′ e al 20′, segna due volte. La prima, intercettando un passaggio ai labronici; nella seconda dopo una mischia vicino alla linea di meta avversaria. Gentile arrotonda con le tre trasformazioni fino al 21-0 di metà tempo. I biancorossi, che fino a quel momento avevano imposto reattività e impatto fisico, calano e gli ospiti ne approfittano. Il giallo rimediato da Onofri mette i compagni sotto pressione e i biancoverdi recuperano con il flanker Niccolò Bottari, che sigla due mete in velocità (29′ e 35′ per il 21-10). Poi, di forza, dopo un maul, va in meta il tallonatore Cristiano Bufalini. Il pilone Antonio Tangredi, trasforma e si va al riposo sul 21-17. Livorno riparte bene segnando la quarta meta (da bonus) al 10′ con l’estremo Saverio Stiaffini che vale il sorpasso (con Tangredi che trasforma per il 21-24) e, poco dopo, piazzato al 14′ (21-27). Gli attacchi civitavecchiesi mancano il traguardo di un soffio, finché il pilone Paolo Orabona – ex di turno – schiaccia vicino Alla bandierina di sinistra. È il 37′ e il punteggio di 26-27 e per il sorpasso servirebbe la trasformazione. Capitan Gentile consuma la vendetta sportiva operando il sorpasso con i due punti aggiuntivi del 28-27.

Addio. Alla fine della partita, i saluti dei due tecnici Pippo Esposito e Alessandro Mameli alla squadra: al gruppo hanno annunciato l’addio alla panchina biancorossa: “Siamo felici per una posizione di classifica lusinghiera e la crescita di un gruppo quasi interamente locale capace di farsi rispettare in un girone di serie B competitivo. Sono stati due anni splendidi con questi ragazzi”. La squadra, di rimando, ha ringraziato gli allenatori. Anche Simone Montana Lampo ai saluti per raggiunto limite di età.

Il tabellino.
Civitavecchia Centumcellæ – Livorno Rugby 28-27
Crc: Carabella, Senna, Gentili (13′ st Nastasi), Lazzerini (38′ pt Diottasi), Montana Lampo (34′ pt Pampinella), Gentile (c), Crinò, Onofri, Kurtaj, Simeone (28′ st Spada), Natalucci, Manuelli, Orabona, Orchi, Rossi (24′ st Giordano). A disp. Williams, Caprio. All. Pippo Esposito e Alessandro Mameli.
Livorno: Stiaffini, Rispoli, Cafaro (dal 37′ pt al 40′ pt Cristiglio), Ianda (13′ st Cristiglio), Romano, Contini, Zannoni, Merani (11′ st Pardini), Gragnani, Bottari, Bertini (c) (32′ st Piras), Scrocco (26′ st Marmugi), Tangredi, Bufalini, Ciapparelli (25′ st Menicucci). A disp. Tichetti, Sforzi. All. Zaccagna.
Arbitro Leonardo Masini di Roma.
Marcatori: primo tempo (21-17) 9′ meta Onofri trasformazione Gentile, 16′ e 20′ m. Crinò tr. Gentile, 29′ e 35′ m. Bottari, 38′ m. Bufalini tr. Tangredi; nel st 10′ m. Stiaffini tr. Tangredi, 14′ cp Tangredi, 37′ m. Orabona tr. Gentile.
Note: cartellino giallo per Onofri (C) al 29’pt.

Condividi