Sabato al Liceo “Galilei” la consegna dei diplomi DELE

La cerimonia di consegna dei diplomi DELE (Diploma de Español) riguarderà gli alunni che hanno superato gli esami nella sessione di maggio 2017

Sabato 27 gennaio alle ore 9.30, presso l’Aula Magna del Liceo Scientifico, Linguistico e Musicale “Galileo Galilei” di Civitavecchia, si svolgerà la cerimonia di consegna dei diplomi DELE (Diploma de Español), per gli alunni che hanno superato gli esami nella sessione di maggio 2017.

Qualità del centro. “Il centro Dele Galilei, sede di esami dal 2014 – dichiara la responsabile, la prof.ssa Maria Iannotti -, nell’ultima sessione ha raggiunto il numero di 266 candidati, provenienti dal nostro Liceo e dalle scuole secondarie di primo e secondo grado della provincia. Il “Galilei” si conferma uno fra i maggiori centri coordinati dall’Istituto Cervantes di Roma, per conto del Ministero dell’Istruzione spagnolo e centro di eccellenza nelle Lingue Straniere per la qualità dell’offerta. I risultati ottenuti dai nostri progetti a livello provinciale, regionale, nazionale ed europeo sono la dimostrazione evidente della qualità, dell’impegno e della serietà con cui vengono seguite le molteplici attività, e di cui possiamo essere orgogliosi”.

Importanza delle lingue. La Dirigente Scolastica Maria Zeno, nel ringraziare le Docenti di Spagnolo e di Conversazione per i brillanti risultati conseguiti dai ragazzi, frutto evidente dell’impegno e della professionalità dei docenti stessi, sottolinea come i numeri delle certificazioni siano in costante crescita. I Corsi, di inglese ( PET, FORSAT), francese ( DELF), spagnolo (DELE) sono frequentati da un numero sempre più elevato di alunni delle due sedi di Civitavecchia e Santa Marinella. “L’importanza delle lingue è senz’altro alla base di questa evoluzione – afferma la Dirigente – ma per quanto riguarda il Galilei il punto di svolta è stato senza dubbio il Liceo linguistico che ha favorito l’ingresso di nuove risorse professionali nel Collegio Docenti e di nuovi stimoli da parte dei ragazzi, a vantaggio di tutta l’utenza non solo del linguistico, ma anche dello scientifico e , ora, del musicale; i corsi di lingua, non solo inglese, ma anche spagnola e francese, sono infatti aperti alla partecipazione di tutti i ragazzi, a prescindere dall’indirizzo di studio”.

Condividi