Tavolo del lavoro, Cardinale: “Chi o cosa stanno difendendo i sindacati?”

"Se i sindacati che stanno difendendo i lavoratori non hanno accettato la proposta del Sindaco che chiedeva ad Enel la salvaguardia di ogni singolo posto, di cosa o di chi altro stanno prendendo le difese?"

Dubbi e perplessità per il consigliere 5 Stelle Salvatore Cardinale sull’andamento del tavolo del lavoro svoltosi lunedì scorso. Il consigliere ha difatti dichiarato di essersi pentito di non essere intervenuto in merito al confronto avvenuto ad inizio settimana. Un silenzio il suo dovuto al fatto che in un certo momento sembrava che la matassa si stesse risolvendo e che forse era meglio tenersi alcune considerazioni per se. “In quei momenti mentre si parla di posti di lavoro a rischio e con un clima che comunque può diventare critico pronunciando una sola parola sbagliata – dichiara Cardinale – ho preferito così, ma non sono sicuro di aver fatto la scelta giusta”.

Perplessità. “In conclusione e solo a mente fredda infatti, rileggendo l’accordo firmato anche per scongiurare l’imminente sciopero minacciato dai sindacati, mi sono posto una domanda alla quale non trovo ancora risposta. Ad un certo punto il Sindaco ha chiesto ad Enel in maniera secca ed esplicita di cancellare tre punti dal testo della clausola sociale inserita all’interno del bando di gara e garantire quindi al 100% tutti i posti di lavoro (penso il massimo che si potesse chiedere) e contestualmente ha chiesto ai sindacati, in caso di accettazione da parte di Enel di tale proposta, se erano disponibili a ritirare lo sciopero in questa eventualità. I sindacati hanno detto di no, preferendo una sospensiva sia dei termini del bando sia dello sciopero. La palla alzata dal sindaco che i sindacati avrebbero dovuto solo schiacciare era a mio avviso la chiave per garantire che nessuno avrebbe perso il posto di lavoro nè viste peggiorare le proprie condizioni. Ripeto: accettare di ritirare lo sciopero in cambio che Enel garantisse quantitativamente e qualitativamente tutti posti di lavoro. Vi starete chiedendo, arrivati fin qui: se i sindacati che stanno difendendo i lavoratori non hanno accettato la proposta del Sindaco che chiedeva ad Enel la salvaguardia di ogni singolo posto, di cosa o di chi altro stanno prendendo le difese?”.

 

Claudia Barbara

Condividi