Verso le comunali, botta e risposta 5stelle-Pd. I dem candidano Tarantino

Il direttivo del Pd ha votato ieri, in pratica all'unanimità con 21 voti su 30. Mancano soprattutto quelli dell'area di Mirko Mecozzi

Se il Movimento 5 stelle ieri ha annunciato la candidatura di Daniela Lucernoni il Pd risponde, proponendo il medico Carlo Tarantino. Botta e risposta dunque fra le due forze politiche con i dem che alla fine fanno valere la linea dei big, quella di puntare sull’ex amministratore di Ippocrate, figura che a conti fatti ha aggregato più degli altri profili in campo. Su Tarantino intatti si era espressi favorevolmente sia l’area Tidei, che quella legata a Valentino Carluccio e Fabrizio Barbaranelli. Il medico civitavecchiese ha riscosso gradimento anche all’esterno, se è vero che pure l’associazione Onda Popolare ha detto subito si alla sua candidatura. Il direttivo del Pd ha votato ieri, in pratica all’unanimità con 21 voti su 30. Mancano soprattutto quelli dell’area di Mirko Mecozzi, il quale, come è noto ha deciso si lasciare il Partito Democratico, proprio a causa della scelta (secondo lui imposta) di sostenere Tarantino. “La proposta sarà quindi sottoposta in tempi rapidi ai potenziali alleati – partiti, associazioni, forze sociali, personalità espressione della società cittadina – con i quali costruire una coalizione che possa condurre a un governo capace di dare alla città nuovo impulso, dopo cinque anni di sostanziale immobilismo – afferma il segretario Germano Ferri -. Una coalizione aperta, in grado di espandersi alle migliori realtà civiche e sociali che Civitavecchia ha da offrire. vUn centro sinistra inclusivo che sia capace di superare incrostazioni e particolarismi, divisioni storiche e recenti, generoso, capace di comprendere che nelle diversità si deve trovare i necessari punti di equilibrio. La costruzione del programma e la indicazione del candidato sindaco costituiranno passi avanti significativi per tutti coloro che vogliono il cambiamento. Per mercoledì è previsto il primo appuntamento con le rappresentanze con le quale si è già avviato un percorso, lasciando aperta la possibilità di individuare altri soggetti con i quali condividere le scelte, i programmi e l’impegno per dare alla città una significativa svolta”.

Condividi