fbpx

Acqua, Mecozzi: “Aurelia ancora a rischio”

“Il dearsenificatore è un regalo dell’Authority e della giunta Tidei che l’Amministrazione non sa far funzionare. Resta inutilizzato per metà per mancanza di corrente e c’è il grave rischio che Aurelia e tutta la zona nord quest’ estate rimarranno di nuovo a secco”. E’ l’oponizione del consigliere di minoranza Mirko Mecozzi che punge l’amministrazione comunale sulla questione dell’idrico.

Mecozzi. “L’acqua di Aurelia è potabile solo perché miscelata con quella del consorzio Talete. L’altra condotta, quella del Medio Tirreno, è a rischio composti del fluoro, (altrettanto pericolosi dell’arsenico) specie nella stagione calda. E’ qui che dovrebbe intervenire l’altra metà dell’impianto (ad osmosi inversa)che però resta ferma per mancanza di energia elettrica. E tra poco sarà un ammasso di ruggine. Una beffa per la città che produce corrente per 4 milioni di persone e che vede un’opera pubblica di primaria importanza immobilizzata per 500 metri di cavo”.

Tarquinia. “In questa vicenda ho più apprezzato l’atteggiamento del sindaco di Tarquinia Mazzola (che ha detto la verità da subito) che non quello di Cozzolino che continua a mentire scrivendo sui volantini “fatto” accanto alla parola dearsenificatore.  Dovrebbe scrivere fatto “a metà”. E oltretutto non da lui visto che la realizzazione è iniziata sotto la giunta Tidei e a spese dell’Autorità portuale. Se magari Cozzolino riuscisse almeno a fare l’allaccio della corrente lo riterremmo tutti un successo. Invito caldamente il sindaco Cozzolino a rendere note le cose come stanno, fin dall’assemblea prevista martedì ad Aurelia. Non deve continuare a mentire ai cittadini della borgata che davvero non lo meritano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *