fbpx

Aggressione a Cozzolino, la solidarietà e le reazioni del mondo politico locale

Subito dopo l’aggressione, al sindaco Antonio Cozzolino sono arrivati tanti messaggi di solidarietà da parte della politica cittadina, che ha fermamente condannato l’episodio di violenza.

Reazioni. A cominciare da Marietta Tidei, deputata Pd: “Apprendo di un’aggressione ai danni del sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino – afferma Tidei – in attesa di conoscere i dettagli di questa vicenda, voglio fin da subito esprimere la mia solidarietà al primo cittadino per il gesto che ha subito. La violenza, in qualsiasi forma, non può essere mai tollerata. Mi preme però sottolineare che il clima in città si è fatto decisamente pesante e invito perciò tutti ad abbassare i toni in ogni contesto: dai social network ai dibattiti pubblici. La politica è chiamata a dare l’esempio ed è perciò fondamentale che il dibattito, rispettoso delle diverse opinioni, si possa svolgere in un contesto pacifico e sereno”. Da registrare anche la solidarietà del papà, Pietro Tidei, consigliere democrat: “Sono venuto in questo momento a conoscenza di un atto di violenza nei confronti di Cozzolino. Pur riaffermando i contenuti del comunicato stampa già inviato esprimo tuttavia solidarietà al Sindaco, condannando la violenza senza se e senza ma. Anche se purtroppo dobbiamo registrare in città un clima diventato ormai insostenibile. Durante un intervento radiofonico anche il consigliere di minoranza Andrea D’Angelo ha mandato un messaggio al sindaco. D’Angelo si trovava proprio su corso marconi in quel momento: “La violenza non è mai giustificata – ha detto – mi dispiace molto per il sindaco Cozzolino, ho visto l’accaduto, non è stata certo una bella immagine, anche se non credo ci siano state conseguenze particolari, ma il gesto è ovviamente da condannare”. Solidarietà anche dal Pd: “Il Partito Democratico di Civitavecchia esprime solidarietà al Sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino. La violenza non è mai accettabile in nessuna forma, ne fisica ne verbale. Il clima che si sta creando in città sta diventando insostenibile e dovremmo impegnarci a tutti ad abbassare i toni della discussione politica”. Nel corso della mattinata è arrivata anche la ferma condanna sull’episodio da parte di SEL che evidenzia la necessità della risoluzione del problema delle partecipate: “Sinistra Ecologia e Libertà – Circolo di Civitavecchia – esprime incondizionata solidarietà al Sindaco Antonio Cozzolino vittima, a quanto abbiamo appreso , di un’aggressione. Al di la delle motivazioni, che sembrerebbero derivare dall’esasperazione di un lavoratore per ritardi nei pagamenti degli emolumenti da parte delle Società partecipate del Comune, riafferma che esclusivamente con la disponibilità al confronto, al dialogo e all’ascolto, si possono trovare soluzioni alle problematiche che stanno immobilizzando il Comune e che, il ricorso alla violenza di ogni tipo, costituisce un deleterio imbarbarimento dei rapporti che lascia scivolare in secondo piano la risoluzione delle criticità che attanagliano la nostra Città. Quanto accaduto, evidenzia anche tutta l’urgenza di dover pervenire alla risoluzione dei problemi di funzionamento delle Società partecipate del Comune, sia per assicurare la giusta tranquillità ai rispettivi dipendenti nel percepire con puntualità le retribuzioni, che per rendere la qualità dei servizi, all’altezza delle aspettative dei cittadini che li rimborsano”. Al sindaco anche la solidarietà dei Giovani Democratici. “Apprendiamo dalla stampa di un’aggressione ai danni del Sindaco Cozzolino. Vogliamo esprimere la nostra solidarietà e la nostra vicinanza alla sua persona e alla famiglia. La violenza, in ogni sua forma, non è accettabile e non può essere considerata una soluzione ai problemi né può essere giustificata in alcun modo. La discussione politica, anche se aspra, non può essere sostituita con la violenza fisica o verbale. Ci auguriamo che i toni vengano abbassati e che si torni a svolgere il dibattito in un contesto civile e pacifico anche, e soprattutto, per il bene dei lavoratori e dei cittadini”.  Anche tutti i consiglieri di minoranza hanno voluto far sentire la propria vicinanza al sindaco. “Ogni azione che travalica il confronto politico, anche acceso, e sconfina nella prevaricazione fisica e nella violenza verbale va condannata senza indugio perché ogni forma di aggressione è un germe pericoloso che va isolato per prevenire qualsiasi contagio. In merito a quanto accaduto stamani, stigmatizziamo l’episodio in sé ed esprimiamo solidarietà piena al sindaco a prescindere dalla dinamica dei fatti peraltro ancora non sufficientemente nota. L’episodio deve costituire per tutti noi un monito ed una sollecitazione ad abbassare i toni e a guardare con maggiore impegno e disponibilità ai problemi dei nostri concittadini. Arroccamenti, atteggiamenti di autosufficienza, indisponibilità al dialogo, da qualunque parte provengano in una situazione emergenziale che richiede il massimo coinvolgimento, possono ancor di più aggravare la distanza tra cittadini ed istituzioni. Facciamo tutti il possibile per recuperare il senso della civiltà e della comunità. Di questo abbiamo innanzitutto bisogno per fare argine ad ogni reazione, anche individuale, che vada al di là del confronto civile”. Solidarietà anche dal capogruppo di SEL alla Regione Lazio Gino De Paolis. “Giunga al Sindaco Antonio Cozzolino la mia completa e incondizionata solidarietà per l’episodio cui è stato vittima questa mattina. Il clima di tensione sociale che purtroppo si respira in città non giustifica in alcun modo il ricorso a forme di violenza, che resta sempre ingiustificabile anche se accennata o intenzionale. Occorre la responsabilità di tutti, politica in testa, per ricondurre il dibattito in un contesto di civiltà e rispetto di ogni opinione, ma ancora di più c’è bisogno di un impegno straordinario per disinnescare alla radice i problemi che nascono principalmente dalla incertezza nel futuro”. Ferma condanna da parte delle RSA e RSU di Hcs e delle Sot – “Abbiamo appreso dalla stampa dell’atto increscioso accaduto al Sindaco Cozzolino; esprimiamo piena solidarietà al Sindaco per l’accaduto, ed allo stesso tempo condanniamo con forza qualsiasi atto di violenza”. Per Forza Italia Sono tempi difficili per il sindaco Antonio Cozzolino. “Ma a lui, innanzitutto, deve andare la nostra solidarietà perché ogni atto di violenza va condannato con forza sempre e comunque”. Solidarietà anche dai comuni del comprensorio. “A nome mio personale e di tutta l’Amministrazione comunale – ha spiegato il sindaco di Ladispoli Crescenzo Paliotta – esprimo la solidarietà al sindaco Cozzolino. La violenza non ha giustificazioni di alcun tipo e deve prevalere sempre il confronto basato sul rispetto delle persone e delle istituzioni”. “Personalmente ed istituzionalmente voglio esprimere la mia vicinanza e quella di tutta l’amministrazione di Tolfa ad Antonio – aggiunge Luigi Landi, primo cittadino di Tolfa – per il gesto di violenza di cui è stato vittima questa mattina. Ancora una volta ci troviamo a dover commentare vicende spiacevoli che vedono protagonisti amministratori del territorio: si tratta di fatti intollerabili, che continuano a ripetersi offendendo la democrazia e le istituzioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *