fbpx

Aia, Forza Italia: “Inqualificabile speculare sulla salute”

Anche Forza Italia dice la sua sdulla bagarre legata all’Aia dsi Tvn. Ecco l’intervento di Roberto D’Ottavio, coordinatore azzurro.

Speculazione. “Alle critiche mosse dal signor Menditto, troviamo giusto rispondere con concetti chiari e impossibili da equivocare: l’unica cosa che troviamo inqualificabile è speculare sull’argomento della salute, cercando di prendere in giro i cittadini ed essendo coscienti di farlo di proposito. Proprio per questo non accettiamo lezioni morali da nessuno, men che meno dal malandato movimento: innanzitutto sappiamo cosa sono i bref, tanto da averne parlato per primi a Civitavecchia.

Aia blindata. Ciò non cambia un dato di fatto: l’Aia sulla centrale non si può riaprire. Per questo invitiamo ormai da tempo a interessarsi dei problemi veri della città, essendo Forza Italia un partito che si occupa del fare, argomento forse ignoto agli attuali amministratori, soprattutto se poi ci si accorge che c’è un sindaco che afferma di aver lavorato più lui in 8 mesi che le passate amministrazioni in 15 anni. Forse è il caso che insieme ai suoi accoliti esca da internet ed entri nella realtà vera, scoprirebbe una città lontana dal mondo dei sogni che lorsignori popolano. Avrebbe magari anche l’occasione di dedicarci un minuto, perché da tempo vorremmo avere un dialogo con chi governa questo territorio sullo sviluppo economico.

Italcementi ecc. Vorremmo chiedere che fine hanno fatto il progetto delle Terme, la riqualificazione dell’Area Italcementi, il progetto sull’area retro portuale che tanto lavoro potrebbe portare ai nostri giovani; vorremo parlare del costo dell’acqua per le grandi utenze che oggi, grazie alle perdite bellamente ignorate (ne abbiamo prove inconfutabili) costa 1,27 € al metro cubo, quasi come fosse vino. Vorremmo parlare con voi della Tares oggi applicata per
metro quadro e non per categorie di consumo (un parcheggio paga 5 volte più di un ristorante non producendo neanche un chilo di rifiuti) vorremmo parlare con voi di un commercio che avete ridotto a pezzi per il quale non siete neanche riusciti a disegnare dei box in terra, vorremmo parlare con voi di come avete ridotto il personale della pubblica amministrazione, che potrebbe ancora essere
una grande risorsa della città. Vorremmo parlare con voi dei
vostri rapporti con l’Autorità Portuale tanto decantata dal vostro sindaco ed oggi oggetto di un verbale di 73 pagine dove se fosse vero solo il 50 percento di quanto vi è scritto sarebbe già gravissimo.

Sfida dialettica. Potrei continuare per ore e sono pronto ad un pubblico dibattito, dove e quando vuole lei. Una cosa però posso dirgliela da subito, signor Menditto: sono stato per 12 anni Presidente della più grande associazione sportiva di Civitavecchia e le mie interviste sui quotidiani, a differenza di chi mi ha preceduto, si possono contare sulle dita di 2 mani. A differenza sua non ho mai avuto bisogno di avere visibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *