fbpx

Al Pirgo rifioriscono le alghe potenzialmente tossiche

Sono ricomparse anche quest’anno al Pirgo le alghe potenzialmente tossiche, con il Comune che per il momento non ha sconsigliato la balneazione. L’Arpa Lazio lo scorso 30 giugno ha effettuato delle analisi di campioni di acqua prelevati dal Pirgo e nella giornata di ieri ha comunicato al Pincio che è stata rilevata una fioritura algale “a carico di Ostreopsis ovata” nell’ambito del programma di monitoraggio.

Le precauzioni. I cittadini sono pertanto tenuti a rispettare le misure cautelative espressamente previste dal Decreto del Presidente della Regione Lazio n. T00065 del 15/04/2016 ed in particolare:
evitare la frequentazione dei tratti di arenile interessati in caso di venti forti provenienti dal mare che possono favorire la formazione ed il trasporto di aerosol marino;
non raccogliere e consumare molluschi se prelevati in corrispondenza dell’area di balneazione oggetto della fioritura ed acquistare sempre molluschi di provenienza controllata;
allontanarsi immediatamente dalla spiaggia in presenza di sintomi ricollegabili all’alga tossica (eritemi, congiuntiviti, rinorrea, tosse, etc). Vanno protetti in particolare i bambini, gli anziani e le persone affette da patologie dell’apparato respiratorio ad esempio gli asmatici, gli allergici, ecc. I sintomi sono solitamente transitori, regrediscono spontaneamente nel giro di poche ore; se persistono o si aggravano è opportuno consultare il proprio medico curante e recarsi al pronto soccorso solo nei casi di effettivo bisogno.
L’avviso, inserito in un apposito cartello pubblicato anche sul sito istituzionale del Comune, avrà validità fino a diversa comunicazione da parte dell’Arpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *