fbpx

Altra truffa bancaria, “turlupinata” la Fondazione Cariciv per 25 milioni

Civitavecchia ancora in primo piano dal punto di vista delle truffe bancarie. Stavolta però il percorso è inverso rispetto al caso di Banca Etruria perchè ad essere “turlupinati” non sono stati gli obbligazionisti, ma la Fondazione Cariciv. Secondo quanto riporta “Il Tempo” infatti l’ente avrebbe perduto ben 25 milioni di euro, fondi spariti, secondo gli inquirenti svizzeri, nelle tasche di un fiduciario del Canton Ticino, il 43enne Danilo Larini, arrestato a novembre dello scorso anno su ordine del procuratore pubblico di Lugano. Soldi che erano stati investiti dalla Fondazione dietro rassicurazioni di un rendimento molto alto.

Parziale rientro. Dall’ente civitavecchiese però arrivano delle rassicurazioni sul fatto che parte del denaro sarebbe già tornato indietro, circa sei milioni, in quanto il capitale investito era stato affidato non al Larini ma a una compagnia di assicurazione di Vaduz, la Nucleus Life AG.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *