fbpx

Amianto, presentata la proposta di legge regionale

Questa mattina al Consiglio regionale si è tenuto un convegno sul tema dell’amianto. La discussione ha riguardato  la proposta di legge regionale 93/2013   “Per una Regione libera dall’amianto. Verso una nuova legge nel Lazio”,una legge attesa da 23 anni, mentre i dati sui decessi registrano nuovi casi.

Dati allarmanti.  Nel 2014 il Registro Regionale dei Mesoteliomi Maligni, istituito presso il Dipartimento di Epidemiologia del Sistema Sanitario Regionale del Lazio,  ha registrato 1042 nuovi casi   prevalentemente nella fascia di età 65-74 anni.

L’incidenza dei mesoteliomi è particolarmente elevata in alcuni comuni: in cima alla lista  Campagnano di Roma (TI 6.6), all’ottavo posto si colloca Civitavecchia (TI 4.7).

Azioni a tutto campo. La promotrice della proposta di legge, consigliere Avenali (Per il Lazio),  ha indicato l’importanza di completare la mappatura: “servirà a capire realmente quanto materiale contenente amianto c’è sui nostri territori, ed effettuare una realistica valutazione del rischio, e procedere con la bonifica… il Centro Regionale Amianto   ha potuto analizzare solo  il 12% del territorio fino ad oggi contro la stima complessiva di   un milione di tonnellate  di materiale contenente amianto … bisogna accelerare”. Tra i tanti aspetti  affrontati  durante il convegno: sorveglianza e prevenzione sanitaria, smaltimento, bonifiche e informazione ai cittadini e formazione degli operatori,  creazione di un nucleo amianto per il coordinamento delle azioni, e il recupero delle risorse necessarie.

Avenali. “Oggi è iniziato un percorso, per fornire ai cittadini uno strumento al servizio della loro salute e della salute del territorio…  Adesso inizia un percorso importante, per recuperare tutte le proposte, le istanze e le necessità, affinché anche il Lazio possa  finalmente dotarsi di una legge regionale in tema di amianto”.

Al convegno ha partecipato il capogruppo regionale di SEL, Gino De Paolis,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *