fbpx

Angeloni (PD): “Cassa integrazione carogna, è l’anticamera del licenziamento”

“Hanno avuto quasi un anno e non hanno fatto uno straccio di piano industriale. Senza new co,  senza la previsione di nuovi ricavi, senza definire quali settori e quali società sono in passivo o meno”. Anche il Partito Democratico fa sentire la propria voce sulla vicenda di Hcs. Il membro del direttivo democrat Fabio Angeloni critica in maniera veemente l’amministrazione Cozzolino, rea di non tutelare il futuro dei lavoratori e l’occupazione dell’azienda. “Così la cassa integrazione è una carognata ed equivale all’anticamera del licenziamento senza speranza – afferma Angeloni -. L’unico a dover essere cassintegrato subito è l’assessore al lavoro Savignani quello che fino a ieri parlava di clima disteso con i sindacati”.

Prospettive plumbee. “Ora o Cozzolino fa subito marcia indietro sui contributi Enel o la situazione è senza speranza; vedremo il default, le tasse al massimo, i servizi allo sbando, i licenziamenti nelle municipalizzate e non solo. Dire di no all’Enel del resto è stata la scelta scellerata di una piccola élite pseudo ambientalista che oggi brucia sulla pelle delle famiglie più povere.  Una scelta che sta in testa a quattro tizi che si sono dimostrati incapaci e che l’elettorato non ha mai avallato. A meno di non credere che in due settimane (tra il prima ed il secondo turno) ottomila Civitavecchia si siano convertiti alle teorie della ala dura ambientalista. Assurdo perché invece tutti sanno bene come è andata e perché”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *