fbpx

Antenna via Adriana, il Tar rigetta la richiesta di sospensiva

Il TAR del Lazio, al termine dell’udienza dello scorso venerdì , ha rigettato il ricorso presentato dalla Ericsson che chiedeva la sospensiva del provvedimento di diniego dell’amministrazione comunale al potenziamento dell’impianto per telefonia mobile sito di via Adriana. Il Tar ha rinviato la discussione di merito al prossimo 2 febbraio.

Antenne da delocalizzare. “Voglio ringraziare l’ufficio ambiente e, in particolare, il dirigente, per lo scrupoloso lavoro svolto nell’interesse pubblico e finalizzato alla corretta gestione del territorio e alla tutela della salute – commenta l’Assessore Alessandro Manuedda – sia nel caso di via Adriana che in quello di via San Gordiano, dove il TAR, lo scorso 26 giugno, pur non rigettando la sospensiva, ha stabilito che il Comune dovrà riesaminare il provvedimento finora siamo riusciti ad evitare il potenziamento di antenne che, nel rispetto delle richieste dei cittadini residenti e delle previsioni del regolamento comunale approvato nel 2010, dovrebbero, piuttosto, essere delocalizzate”.

Battaglia per i cittadini. “Certo la legislazione nazionale è clamorosamente sbilanciata a favore dei gestori di telefonia, ma intendiamo comunque continuare con determinazione a difendere il diritto del Comune a stabilire dove e come possano essere localizzati certi impianti che, per loro natura, è bene siano posti lontani dalle abitazioni e da luoghi particolarmente frequentati come scuole ed ospedali. È una battaglia difficile – conclude Manuedda – alla quale ho partecipato da cittadino e che intendo proseguire anche da amministratore. Sono convinto che possano essere individuate, in accordo con i gestori, soluzioni alternative. In caso contrario, continueremo a difendere le nostre ragioni in tribunale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *