fbpx

Authority, interrogazione parlamentare del M5S sulle nomine per i comitati di gestione

I deputati del M5S Luigi Di Maio e Arianna Spessotto lo scorso venerdì hanno presentato un’interrogazione al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio in merito alle nomine per i comitati di gestione delle Autorità di Sistema Portuale. Nell’interrogazione viene contestata la diversa interpretazione della nuova legge di riforma portuale riservata ai sindaci grillini Antonio Cozzolino e Filippo Nogarin, le cui autocandidature non sono state accettate dai rispettivi presidenti delle Autorità Portuali, a diffrenza di quanto accaduto invece con i primi cittadini di Genova e Trieste, e con la presidente della regione Friuli Venezia Giulia.

Ostruzionismo ai sindaci M5S. “Il sindaco di Livorno Filippo Nogarin – spiegano Di Maio e Spessotto nell’interrogazione – ha visto rifiutarsi la propria auto-designazione per una candidatura che sarebbe stata ritenuta dal presidente dell’autorità di sistema portuale Stefano Corsini giuridicamente non conforme allo spirito della legge; il sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, che analogamente si è auto-designato, non ha ancora visto formalizzata la propria nomina per presunti dubbi di rispondenza ai requisiti della legge sollevati da parte del presidente dell’autorità di sistema portuale Francesco Maria Di Majo nel corso del consiglio comunale di Civitavecchia del 16 maggio; le stesse motivazioni non si sono addotte per il presidente della regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, auto-designatasi come componente per conto della regione, o per il sindaco della città metropolitana di Genova, Marco Doria, o per il sindaco del comune di Trieste, Roberto Dipiazza, tutti auto-designatisi in rappresentanza del proprio ente pur non avendo, a quanto consta agli interroganti, curriculum con esperienze portuali al riguardo”.

Intervento del Ministro. Luigi Di Maio e Arianna Spessotto chiedono quindi al Ministro Delrio “se non ritenga di dover assumere ogni iniziativa di competenza, anche di carattere normativo, per evitare che le nomine nei comitati di gestione delle autorità di sistema portuale siano effettuate con valutazioni diverse in casi analoghi, vista la macroscopica differenza di trattamento riservata ai sindaci del MoVimento 5 Stelle rispetto ai loro colleghi di altre città”.