fbpx

Bagarre per la “Buona Scuola” di Renzi, proseguono i blocchi degli scrutini

Professori in protesta, al via il blocco degli scrutini per far fronte al Ddl “La buona scuola” di Renzi. La giornata di ieri ha visto scioperi da parte dell’Istituto comprensivo “Ennio Galice”, e di alcune classi dell’Istituto Tecnico Economico “Baccelli”. Nessun scrutinio bloccato per le sezioni del Nautico, così come per l’Istituto Tecnico Statale “Marconi”, il quale al momento ha scrutinato obbligatoriamente solamente le classi quinte. Nella giornata di oggi sono previsti gli scrutini dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Viale Adige”, dove probabilmente avverrà il blocco, e dell’Istituto “Guglielmotti”.

La protesta. In questi giorni, in cui i professori dovrebbero riunirsi per decidere le sorti degli studenti, in diverse scuole i docenti hanno aderito allo sciopero indetto da tutte le sigle sindacali attive nel settore scolastico. La protesta cerca di fermare la riforma del sistema scolastico, una riforma che potrebbe portare secondo molti  a un peggioramento complessivo del sistema della scuola pubblica. La riforma  prevede difatti, più poteri di selezione e premiazione dei docenti da parte dei presidi, la valutazione degli insegnanti da parte del Collegio d’istituto, la cancellazione delle graduatorie ad esaurimento e d’istituto.

Claudia Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *