fbpx

Bertolo, (Pd): “Privilege, Interporto e borsisti, le facce della stessa medaglia”

Ancora Pd contro Movimento 5 Stelle. I democrat continuano a bacchettare la giunta pentastellata su diversi punti. Stavolta tocca a Dario Bertolo, membro della segreteria che critica Cozzolino&co. su varie questioni, su tutte le emergenze occupazionali e disservizi.

Bertolo. Ormai non passa giorno che i fatti legati al dramma occupazionale della città vengano prepotentemente ripresi dagli organi di stampa. Stiamo parlando delle notizie riguardanti la precarietà del futuro del cantiere Privilege, dell’impatto negativo che deriverà alle circa 60 unità che attualmente sono impiegate in ICPL srl, società che recentemente ha acquistato Interporto di Roma e che a dicembre è stata dichiarata fallita, e ultimo ma non per ultimo la clamorosa quanto sacrosanta protesta degli ex borsisti del tribunale, ormai da mesi senza lavoro, culminata  con l’occupazione dell’aula Pucci.

Emergenze. Se a qualcuno è sfuggito, siamo in una città che si avvicina pericolosamente a un punto di non ritorno. Ben vengano iniziative come quella indetta dalle sigle sindacali confederate per affrontare, possibilmente insieme alle istituzioni locali, questa vera e propria emergenza. Purtroppo però siamo convinti che il dialogo sarà unilaterale , con una amministrazione che dovrebbe aver a cuore, come sempre è stato sbandierato soprattutto in campagna elettorale, i problemi sociali e del territorio ma che assiste indifferentemente e anzi con un certo fastidio a quanto succede fuori da Palazzo del Pincio.

Diritti. Naturalmente  conosciamo fi troppo bene le motivazioni che portano Sindaco e Assessori vari a non perorare vertenze a loro giudizio causate da precedenti gestioni. Non conosciamo invece , e non le conoscono neanche i lavoratori precari e i disoccupati cronici, ormai forza di maggioranza progressiva, con quale criterio, se non quello settario e prevaricatore, non venga tutelato il sacrosanto diritto al lavoro e alla dignità della persona.

Pd. Il Partito Democratico di Civitavecchia affiancherà chiunque in questo momento di lotta per il proprio posto di lavoro, senza false demagogie ma anche senza pregiudizi nei confronti di chi è consapevole della complessità e dell’urgenza nell’affrontare questa emergenza. Non possiamo, di contro, non sorridere nel leggere  comunicati come quello apparso sugli organi di stampa recentemente e riguardante le disfunzioni degli impianti Fotovoltaici.

Fotovoltaico. Ci sembra  generico affermare che , solo oggi, ci si accorge della inefficienza degli impianti fotovoltaici quando le segnalazioni che i dirigenti e gli operatori scolastici riguardo il problema  risalgono a diversi mesi fa. Basterebbe fare un giro nei plessi scolastici per rendersi conto delle varie carenze, oppure parlare con i responsabili degli uffici tecnici comunali i quali, prima di essere trasferiti coattivamente, hanno relazionato dettagliatamente la situazione all’assessore competente. Appunto, basterebbe…

Riscaldamenti scuola. D’altronde come non fare riferimento alla tragicomica vicenda della mancata manutenzione delle caldaie scolastiche a dicembre scorso, che ha causato la sospensione delle attività didattiche, né tantomeno l’inaccettabile situazione delle dissestate strade cittadine piene di buche, perdite idriche e quant’altro , anch’esse determinata dalla totale assenza di un anche minimo piano d’intervento.

Vittimismo. Infine, questo sì inaccettabile, crediamo che un’amministrazione seria non debba avere la pretesa di  scaricare sui cittadini, sui lavoratori , né tantomeno sulle aziende responsabilità su materie altresì di propria competenza, in particolare nascondendosi dietro la ormai consunta dietrologia del vittimismo a tutti i costi e dell’ormai ridicolo scaricabarile delle responsabilità. Ormai, e su questo anche la gente comune concorda, non basta più abbaiare alla luna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *