fbpx

Bracciano, Sala ringrazia Quintavalle per il reparto di chirurgia

Apprezzamenti da parte del sindaco di Bracciano Giuliano Sala per il direttore generale della Asl Rm/F Giuseppe Quintavalle per la soluzione trovata per il reparto di chirurgia dell’ospedale di Bracciano esposto a rischi di chiusura per carenza di personale. In particolare il sindaco ha inviato al manager una lettera.

Lettera. “Caro Giuseppe – scrive Sala nella missiva – mi sembra doveroso inviarti questa breve nota, con la quale vorrei porgerti il mio personale apprezzamento in merito alle modalità con le quali hai risolto il problema della grave carenza di personale nel reparto di Chirurgia dell’ospedale Padre Pio. Ai rappresentanti istituzionali che sono in prima linea quotidianamente, per risolvere, o tentare di risolvere i problemi dei cittadini o dei pazienti nel tuo caso, spesso con eccessiva semplificazione – scrive Sala –  si addossano responsabilità o si muovono critiche senza approfondire le questioni in campo o senza conoscere le problematiche che emergono. Poiché talvolta ci siamo trovati in disaccordo sulle azioni da promuovere per ricercare il “meglio” per il  funzionamento dei servizi e per il raggiungimento dei livelli essenziali di assistenza nella nostra Asl Rm/F, sappi che nella fattispecie ho molto apprezzato  il coraggio e la decisione  con i quale hai saputo dare soluzione immediata al mantenimento  h24 delle attività nella Chirurgia di Bracciano, consapevole che la tua azione potrebbe comportarti anche dei profili di responsabilità diretta o di non condivisione da parte della Regione Lazio. Sappi comunque che il sindaco di Bracciano – scrive ancora Sala –  per quanto può valere, sarà al tuo fianco, questa volta, per avallare e sostenere  la scelta effettuata, che vuole andare esclusivamente a vantaggio dei pazienti, in un distinguo importante tra “eccessivi costi” della sanità, troppo spesso declamati, e la capacità di risposta all’assistenza che dobbiamo ai cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *