fbpx

Bufera al Civitavecchia Calcio, patron Arduini: “Se non si fa risultato col Ladispoli cambio tutto”

Non è un semplice sfogo, quello del patron nerazzurro Costanzo Arduini è un vero e proprio diktat alla squadra. Il numero uno del Civitavecchia non ha digerito per nulla il secondo stop stagionale contro il Montecelio e indica la prossima sfida di campionato come l’ultima spiaggia per tutti.

Fiume in piena. “Qualora non dovesse arrivare un risultato positivo contro il Ladispoli cambierò tutto – rivela – quest’anno abbiamo costruito una squadra per vincere il campionato, non posso accettare di dover lottare per il quarto posto con un organico del genere. Ho fatto degli investimenti importanti per il Civitavecchia, ma i giocatori in campo sembrano agnellini. Contro il Montecelio non c’era la mentalità vincente, la squadra pensa di aver già vinto prima di scendere in campo, così non va”. Tutti sono sulla graticola, anche il tecnico Gianluigi Staffa: “Quando dico tutti, vuol dire tutti – precisa Arduini -. Se invece vogliamo fare un torneo meno ambizioso sarà il caso di alleggerire il budget, un po’ come successe lo scorso anno, quando abbiamo centrato una salvezza tranquilla. Il mio obiettivo però è un altro, voglio che il Civitavecchia lotti per vincere il campionato e farò di tutto affinchè si possa disputare un torneo all’altezza della situazione”.

Aumento. Infine una precisazione sul rincaro biglietti e la polemica con i tifosi: “Riguarda solo un paio di partite all’anno, non pensiamo certo di modificare il costo per tutte le gare interne della squadra”.