fbpx

Civitavecchia Servizi Pubblici, presentato De Leva: “Migliorare i servizi con l’aiuto di tutti”

Servizi di qualità ed eliminazione degli sprechi nella cornice del pareggio di bilancio, condizione imprescindibile per portare avanti la nuova società. Sono questi gli obiettivi che si pone il nuovo amministratore unico di Civitavecchia Servizi Pubblici, dottor Francesco De Leva, che oggi pomeriggio è stato presentato alla stampa dal Sindaco Antonio Cozzolino.

cozzolino de leva

Il perchè della scelta. “De Leva – ha spiegato il sindaco Cozzolino – è stato scelto fra undici candidati che avevano presentato la propria candidatura e la commissione, composta dai dirigenti Rapalli e Carugno e dal professore dell’università La Sapienza di Roma D’Amico, lo ha scelto per il curriculum ricco di esperienze di dirigente, direttore generale e amministratore delegato in grandi aziende italiane”. “De Leva è stato scelto per meriti – ha concluso il primo cittadino – e avrà un compito sicuramente non semplice da portare avanti. Vogliamo affiancargli due figure che lo possano aiutare nel suo ruolo”.

francesco de leva

Gli obiettivi. Le prime attività che dovrà affrontare il nuovo amministratore unico, prima del trasferimento dei rami di azienda, saranno l’ aggiornamento del piano industriale e il controllo di gestione. “Spero che entro la primavera, massimo l’estate, la società possa stare a pieno regime” ha affermato De Leva. “E’ un compito difficile che potrò portare avanti se potrò lavorare con serenità” ha poi aggiunto. Altre idee in campo sono quelle di una società che sia al passo dei tempi per quanto riguarda il digital, ossia migliorare i servizi social e la stesura di una regolamento di condotta interna. “Questa nave potrà andare avanti – ha dichiarato De Leva – solo se tutti remeranno nella stessa direzione”.

de leva cozzolino

I prossimi passi. Il passaggio delle attività verso la nuova azienda avverrà in maniera graduale fino a febbraio quando ci sarà la ricapitalizzazione della Civitavecchia Servizi Pubblici su una base di un milione e mezzo, che scaturiranno dall’accordo siglato questa mattina con la Namira. Dopo si dovrà fare un passaggio in consiglio comunale affinché vengono approvati in maniera definitiva le nuova tariffe derivanti dai contratti di servizio.