fbpx

Commercio su aree pubbliche, arriva il regolamento

La notizia è attesa dalla categoria da mesi e finalmente il “piano del commercio su aree pubbliche e il regolamento per la disciplina per le attività commerciali” sta per essere sottoposto al consiglio comunale che si terrà la prossima settimana.

I dati. La prima parte del corposo documento presenta una fotografia dell’attuale stato del settore che vede coivolti, tra giornalieri e settimanali, ben 253 ambulanti. Al mercato di piazza Regina Margherita sono presenti ben 99 operatori all’aperto, di cui 33 con licenza alimentare, 40 no food, 23 agricoli, e 72 al coperto (35 all’interno della struttura ittica e 37 all’interno del San Lorenzo). A questi,vanno aggiunte le 16 licenze commerciali del mercato coperto di viale Lazio, e 66 attività settimanali, di cui 46 a viale Nenni, 14 a piazza Regina Margherita, 5 a piazza Saffi.

Le novità. Il mercato settimanale di viale Lazio verrà soppresso e verrà ricollocato in un’area ancora da individuare, ma che presumibilmente potrebbe essere il parcheggio antistante il parco Yuri Spigarelli, e sono previsti mercati settimanali nei quartiere San Liborio e Borgata Aurelia. Nel regolamento viene anche affrontata e disciplinata la questione relativa alle attività ambulanti itineranti, e che riguardano una consistente fetta di venditori che operano in territorio comunale. Questi,possono sostare nelle aree concesse solo per espletare l’attività di vendita del prodotto stesso richiesto dall’avventore, e non possono stazionare per mostrare la merce. Dall’entrata in vigore del piano, inoltre, dovranno rispettare la distanza di 250 metri dal perimetro delle aree commerciali, comprese fiere straordinarie, e a 150 metri da ospedali, case di cura e uffici. Infine, sono previste nuove licenze per allestire punti di ristoro, attraverso chioschi, nei parchi cittadini.

Fiere e Manifestazioni. Piazza della Vita non verrà più utilizzata per fiere e mercatini,e sarà riservata esclusivamente a manifestazioni che richiedono grandi spazi aperti, e in attesa che venga predisposto a tali attività il parcheggio ex RFI, solo nelle vie del centro storico sarà concesso l’allestimento di mercati e eventi fieristici. Inoltre, sempre nel regolamento, è contemplata l’istituzione della “Sagra della Lumaca” che verrà organizzata o dal Comune o in collaborazione con la ProLoCo. Altra kermesse istituita, è quella dell’artigianato locale volto a valorizzare i prodotti merceologici creati da artigiani locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *