fbpx

Convegno “Punti di Fuga”, scopriamo il dipinto civitavecchiese della “Messa di Bolsena”

Sabato 20 giugno avrà luogo il convegno “Punti di Fuga” presso l’Auditorium Comunale di Bolsena, organizzato dall’Ufficio Consortile Interregionale della Tuscia in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, con l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia e con il Comune di Bolsena. Durante la seconda parte del convegno, dalle 16,30 alle 18,30, si parlerà di Civitavecchia. Nello specifico, sarà aperto un dibattito sui dipinti rinvenuti a casa di Tarcisio De Paolis, a Piazza Leandra, con particolare riferimento proprio alla facciata sulla quale è realizzata una replica della “Messa di Bolsena”, dipinta da Raffaello in Vaticano, nella Stanza di Eliodoro, nel 1512.

Tematiche. Nel corso dell’incontro verranno messi a confronto i dipinti civitavecchiesi e gli affreschi vaticani, esponendo lo stato attuale delle ricerche ed i programmi di valorizzazione culturale e turistica. Tra gli invitati, oltre all’Arch. Francesco Correnti e ai proprietari dell’appartamento di Civitavecchia, saranno presenti anche personaggi noti come il prof. Ulderico Santamaria, coordinatore delle attività di recupero dei dipinti a casa di De Paolis, il restauratore dott. Davide Rigaglia, il prof. Giovanni Insolera, il Prof. Massimo Guarascio, la dott.ssa Benedetta Montevecchi della Soprintendenza dei Beni Storici Archeologici e Etnoantropologici, la prof.ssa Maria Laura Santarelli docente di chimica dei materiali e il giornalista Alvaro Ranzoni.

Opinioni. Il proprietario dell’appartamento Tarcisio De Paolis, soddisfatto per la realizzazione del progetto, crede che il convegno possa contribuire a fornire qualche nuovo elemento di certezza utile a venire a capo del mistero che avvolge ancora i dipinti. “Anche se – ha detto – mi auguro che dei dipinti si inizi a parlare più spesso anche a Civitavecchia, città per la quale possono rappresentare una risorsa soprattutto dal punto di vista turistico”.

Claudia Barbara

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *