fbpx

Convenzione Authority-Comune, Molo Vespucci temporeggia. Cozzolino pensa alle vie legali

Due milioni di euro per il 2015, altrettanti per il 2016. E’ l’incasso che il Comune di Civitavecchia attende con ansia per la convenzione con l’Autorità Portuale. Una somma che potrebbe incidere positivamente sul prossimo esercizio finanziario di Palazzo del Pincio.

Scuse e temporeggiamenti. Da Molo Vespucci però non arrivano ottime notizie, almeno stando ad un documento che è stato recapitato la scorsa settimana negli uffici del Comune. Una lettera nella quale dal porto esprimerebbero perplessità sulla possibilità di erogare adesso i due milioni, a causa dell’imminente trasformazione delle Autorità Portuali in Autorità Centrali di Sistema, modifica determinata dalla riforma dei porti, dall’altro non sarebbe ancora pronto il report sui margini di manovra certificati dai maggiori incassi dovuti all’aumento delle imposte. Un atteggiamento che ovviamente non piace al sindaco Antonio Cozzolino e alla sua giunta che starebbero pensando concretamente di optare per la strada delle vie legali. Entro il 30 novembre ci sono gli accertamenti di bilancio e l’assessore Florinda Tuoro vorrebbe evitare di inserire nuovamente fra i residui attivi i due milioni del porto.