fbpx

Cozzolino e Grande all’attacco: “Dall’opposizione un’intimidazione politica”

Il Movimento 5 Stelle passa al contrattacco dopo il linciaggio mediatico subito dal sindaco Antonio Cozzolino nell’ultima settimana sulla richiesta di sospensione dei consiglieri di opposizione, che è diventato un caso nazionale. Attraverso il blog ufficiale di Beppe Grillo la deputata Marta Grande e lo stesso sindaco Antonio Cozzolino hanno chiarito ulteriormente la vicenda legata al bando per la selezione della SGR. “A Civitavecchia abbiamo segnalato un’azione di interferenza su un bando pubblico da parte di alcuni consiglieri, sarà il Prefetto Gabrielli, in base a quanto previsto dalla legge, a decidere se e quale azione intraprendere”.

Macchina del fango. Secondo Cozzolino e Grande le polemiche degli ultimi giorni sono state opera della “solita macchina del fango dei nostri avversari politici che cavalcano battaglie di mistificazione ignorando la semplice realtà dei fatti”.

Cultura della legalità. Sulla richiesta di sospensione gli esponenti del M5S hanno difeso l’operato del segretario generale del comune Caterina Cordella. “A Civitavecchia è successa una cosa molto semplice e che dovrebbe succedere sempre in Italia: la Giunta Comunale ha redatto un piano di prevenzione della corruzione ed il Segretario Generale lo fa rispettare in maniera pedissequa. Si chiama cultura della legalità: cosa di cui questo paese avrebbe un enorme bisogno. L’ingerenza dell’organo politico nell’attività gestionale amministrativa è alla base del sistema di Mafia Capitale: sono fatti di una gravità inaudita sui quali non si può sorvolare e bene ha fatto il Segretario Generale, nel rispetto dei suoi doveri, ad avvisare prontamente il Prefetto”.

Intimidazione politica. “L’atto dei consiglieri di opposizione è una intimidazione politica verso una commissione giudicatrice a gara in corso – concludono Cozzolino e Grande -. Non parliamo di una bravata o di un atto di opposizione politica; è un atto che viola, almeno, i più ovvi principi di moralità, correttezza e civiltà politica: un atto che questo paese e Civitavecchia non possono permettersi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *