fbpx

Crematorio, la maggioranza boccia l’emendamento del PD sul referendum

La maggioranza si ricompatta sul forno crematorio. Dai consiglieri del M5S è arrivato il voto contrario all’emendamento del Partito Democratico che chiedeva al consiglio comunale di assumersi la responsabilità di indire autonomamente il referendum. Una bocciatura anche da parte di Fabrizia Trapanesi che appena la scorsa settimana aveva partecipato ad una raccolta firme a sostegno dell’iniziativa referendaria promossa dal meetup Civitavecchia i Movimento. “E’ evidente che non c’è la volontà da parte dell’amministrazione di fare il referendum” ha evidenziato il capogruppo del PD Marco Piendibene, che ha successivamente ritirato la mozione contro il parere di inammissibilità della commissione speciale del Pincio sul quesito referendario proposto dal comitato cittadino.

piendibene

I pareri della Cordella. Il consiglio comunale di ieri pomeriggio si è acceso nuovamente su un tema che continua a dividere la città. Dopo la denuncia del consigliere di minoranza Massimiliano Grasso sull’assenza dell’autorizzazione paesaggistica richiamata invece nella delibera di giunta che ha approvato il progetto definitivo dell’impianto, si è assistito all’ennesimo scontro tra il presidente del consiglio Alessandra Riccetti e il segretario generale Caterina Cordella, chiamata più volte ad esprimere pareri di legittimità sugli emendamenti. Pareri e soprattutto motivazioni che hanno generato grande confusione e che non hanno convinto fino in fondo gli esponenti dell’opposizione.

cozzolino

Contestatori filmati dai vigili. Ad accendere ulteriormente gli animi le riprese effettuate dai vigili urbani nei confronti di alcuni cittadini indicati come “contestatori”. Dopo le proteste è arrivato l’intervento della presidente Riccetti che ha chiesto al comandante della Polizia Locale Pietro Cucumile di relazionare al più presto sull’accaduto.