fbpx

Deserto il bando per il Fattori, l’assessore Lucernoni: “Un’occasione persa”

Il bando per la gestione in concessione dello stadio comunale Fattori è andato deserto. Questa mattina alle 12 scadevano i termini per l’avviso pubblicato lo scorso 2 dicembre, ma nessuna società ha deciso di partecipare. Il vicesindaco e assessore allo sport Daniela Lucernoni è rimasta sorpresa da questo esito e non ha mancato di criticare Civitavecchia e Cpc, che non hanno dato seguito alle manifestazioni di interesse delle ultime settimane. Il Comune è intenzionato a riproporre un nuovo bando con dei correttivi che possa suscitare l’interesse anche di società non strettamente locali. Il Pincio ha però annunciato che sia il Civitavecchia che la Cpc hanno regolarizzato la propria posizione in merito all’utilizzo dello stadio.

lucernoni

Nuovo bando. “Abbiamo cercato di contenere al massimo gli obblighi economici per l’eventuale concessionario vincitore di bando, ma a quanto pare questo non è bastato – ha chiarito l’assessore Lucernoni – nel bando infatti, che avrebbe affidato il Fattori per 20 anni, era presente solo l’obbligo di fare i lavori necessari per avere i pareri obbligatori per giocare da parte degli enti necessari. Ora mi confronterò con il mio ufficio e con i miei colleghi di maggioranza e probabilmente decideremo di pubblicare nuovamente il bando, magari cambiando qualche dettaglio”.

Occasione persa. “Ci sono stati soggetti che hanno manifestato un interesse, ma poi non hanno partecipato: rimango fiduciosa che ci siano interessati a gestire il Fattori e che riusciremo entro i prossimi mesi ad affidare la struttura. Mi dispiace che le associazioni locali non abbiano avuto la forza di partecipare neanche in partnership fra loro. Abbiamo privilegiato lo sport rispetto al mantenimento dell’area nel fondo immobiliare e siamo stati accusati di chissà quali intenzioni sul futuro della zona, poi però le stesse Cpc e Civitavecchia Calcio, che ci hanno chiesto a gran voce di emanare un bando, non se la sono sentita evidentemente di avere un approccio duraturo ad una struttura storica della nostra città. Di sicuro il bando che verrà pubblicato nuovamente sarà costruito in modo di attirare l’interesse anche di realtà non locali”.