fbpx

D’Ottavio (Forza Italia): “5 Stelle fermi alle ideologie. Sul porto possibile ridimensionamento”

“Il debito rientrerà nei prossimi 30 anni? Non vorrei essere nei panni dei creditori”. Il coordinatore di Forza Roberto D’Ottavio, intervenuto questa mattina a IdeaRadio, punta il dito sull’amministrazione comunale in relazione alla situazione finanziaria e alle prospettive di rientro dal debito annunciate dall’assessore al bilancio Florinda Tuoro.

D’Ottavio. “L’assessore ha detto che i 39 milioni di euro li spalmeremo in 30 anni, ma i creditori? Bisognerebbe essere molto ottimisti per accettare un discorso del genere. E i canoni concessori, quelli legati al sottosuolo? Che fine hanno fatto? Forse è stato scoperto che le aziende coinvolte vincono i ricorsi e non se ne fa più nulla”.

Enel e porto. D’Ottavio poi ha anche toccato il tema della gestione complessiva del Comune: “Il 5 Stelle è fermo ad una ideologia – ha dichiarato – e questo non va bene. Il primo e unico obiettivo deve restare quello di far pagare meno tasse possibili ai cittadini e dare servizi efficienti. Invece per i crucci da campagna elettorale siamo fermi al palo”. Infine le prospettive, secondo il forzista, plumbee sull’Autorità Portuale: “Nella proposta di legge c’è scritto che Civitavecchia diventerà distretto – conclude – in questo modo ci sarà un grosso ridimensionamento”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *