fbpx

Ecco il bilancio previsionale 2015, le manovre a 5 stelle nello specifico

E’ stato reso noto il bilancio previsionale 2015. Confermati gli aumenti delle tariffe,  Tari, Tasi, Imu e della trattenuta Irpef. Novità confermata anche sui contributi degli enti con i soldi dell’Autorità Portuale che entrano nella parte corrente. Vediamo nel dettaglio le scelte finanziarie.

Numeri e aumenti. Partendo dal Titolo I, ovvero da tasse e imposte, è confermato l’aumento generale, a cominciare dalla Tasi e un +748 mila euro di entrata, un aumento maggiore in ingresso è certificato invece dalla trattenuta Irpef, a +1 milione, 133 mila e 710 euro. In aumento anche la Tari, a +1.533.004,74 euro. Nel titolo II invece è inserito il contributo straordinario dell’Autorità Portuale che dunque è confermato nella parte corrente per 1 milione e 500 mila euro. Nel titolo III, quello relativo alle entrate extra-tributarie, da rilevare una previsione di entrata maggiore sulla violazione ai regolamenti del codice della strada, pari a un +568 mila euro. Dunque occhi alle multe. Dal Comune si pensa anche di realizzare un entrata importante  3 milioni di euro dai rendimenti di fondi immobiliari, ovvero le alienazioni e le strutture che potrebbero essere demolite. La pressione fiscale pro capite nel 2015 infine si attesta sui 984,39 euro, a 1280,16 se si considera anche l’extra-tributario, ovvero l’acqua, le contravvenzioni e gli altri servizi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *