fbpx

Emergenza migranti, Minniti agita i 5 stelle e la città

Torna prepotentemente d’attualità la questione migranti, soprattutto dopo le dichiarazioni rilasciate ad un quotidiano nazionale da parte del Ministro dell’Interno Minniti, che avrebbe parlato di “un polo militare di 40 ettari a Civitavecchia come area indicata per l’emergenza”. Il sindaco Antonio Cozzolino ha scritto immediatamente a Minniti per ribadire il no ad un eventuale Cara alla De Carolis, ma anche altri esponenti politici intervengono sul tema.

No deciso. A cominciare dal presidente del consiglio comunale Alessandra Riccetti: “A questo punto farei un passo indietro anche sull’adesione allo Sprar – dichiara l’ex 5 stelle – non a caso io ho votato no anche a quella soluzione. Civitavecchia ha già tanti problemi, Minniti cerchi un’altra soluzione per cortesia”. Il consigliere comunale di opposizione Andrea D’Angelo tira le orecchie al sindaco: “E’ stato troppo morbido con le istituzioni, l’adesione allo Sprar non ci esentava da un possibile Cara. Ora la partita si è riaperta, ma rimane il fatto che la nostra città non si può permettere di accogliere nessuno”.