fbpx

Enel dice no all’assorbimento degli esuberi di Tirreno Power

Nulla di fatto dall’incontro di ieri mattina al Pincio tra Enel, Comune e sindacati, sulla possibilità da parte dell’azienda elettrica di assorbire gli esuberi di Tirreno Power. L’Enel, rappresentata dal capo centrale di Tvn Ing. Bracaloni, dal responsabile affari territoriali area centro avv. Fabrizio Iaccarino e dal responsabile affari istituzionali Italia avv. Donato Leone, hanno sottolineato come l’accordo del 2003 stipulato con il Comune di Civitavecchia che prevedeva l’assorbimento degli eventuali esuberi di Tvs, non è attivabile perchè l’accordo stesso è terminato nella sua validità con la fine della riconversione a carbone della centrale di Tvn.

Enel rispetti gli accordi. “Come amministrazione ovviamente non siamo assolutamente d’accordo con questa lettura – ha sottolineato il sindaco Antonio Cozzolino -. L’accordo, benchè firmato 13 anni fa, non contiene indicazioni di contingenza e comunque siamo intenzionati a farlo valere nelle sedi opportune, portandolo all’attenzione di tutti i firmatari financo la presidenza del consiglio dei ministri. D’altronde questa amministrazione si è accollata le conseguenze di accordi sottoscritti 7 anni fa in rispetto dei lavoratori che li avevano firmati; quindi non possiamo che pretendere la stessa identica cosa da chiunque abbia preso un impegno con i lavoratori e la città di Civitavecchia. E, ovviamente, Enel non fa eccezione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *