fbpx

Forza Italia boccia il bilancio del M5S: “Nessuna visione del futuro della città”

“Più che un bilancio di previsione, quello del M5S è un bilancio condominiale”. E’ il parere espresso da Forza Italia sul documento finanziario elaborato dall’amministrazione Cozzolino. Nel corso di una lunga conferenza stampa il senatore azzurro Francesco Giro, il delegato nazionale ai porti Gianni Moscherini e i coordinatori locali Roberto D’Ottavio, Emanuela Mari e Giancarlo Frascarelli hanno criticato duramente il primo bilancio dei grillini.

Zero risorse. “Chi si candida a fare il sindaco – ha spiegato Emanuela Mari – deve conoscere il bilancio. E’ avvilente che questa amministrazione non ha un’idea di come deve essere la città nell’immediato futuro. Civitavecchia è in ginocchio, manca l’ordinaria manutenzione e siamo ancora in attesa di risposte ai tanti disservizi. Inoltre abbiamo una tassazione tra le più alte in Italia a fronte di servizi pari a zero. Analizzando il bilancio non ci sono risorse destinate allo sport, al turismo e all’illuminazione. Soltanto 100mila euro per la manutenzione delle aree verdi e 2.7 milioni per la manutenzione stradale che arrivano però in gran parte dalle gestioni precedenti. Il bilancio di previsione non fa chiarezza neanche sulle municipalizzate, con i revisori dei conti che hanno chiesto ulteriori chiarimenti all’amministrazione”.

Nessuna visione del futuro. “Di questi dilettanti allo sbaraglio c’è da avere paura – ha aggiunto l’ex sindaco Gianni Moscherini -. Il bilancio che porteranno in consiglio è scarno e pulito, nel senso che non contiene numeri, non c’è una visione del futuro della città. I grillini devono finirla di fare i poliziotti di quartiere. Devono essere più umili e fare meno errori, a volte basterebbe soltanto copiare”. Moscherini critica la giunta anche per l’accordo con l’Autorità Portuale. “L’atto è illegittimo, ed il Comune per i ricorsi in piedi contro molo Vespucci rischia ipoteticamente anche di non incassare il contributo della convenzione. Il sindaco dovrebbe attivarsi per trovare altre risorse, deve dialogare con l’Enel e controllare che rispetti tutti gli adempimenti e gli obblighi previsti per legge. Inoltre vista la situazione attuale dovrebbe battersi per far sistemare all’Enel la rete idrica cittadina, che necessità di un intervento di 70 milioni di euro”.

Isolamento, bilancio di resa del M5S. Il senatore Francesco Giro prende invece Civitavecchia come modello negativo nazionale per quanto riguarda la gestione amministrativa del M5S. “Sta governando la città in modo artigianale. Si nascondono dietro al passato e non guardano al futuro. Hanno costretto Civitavecchia all’isolamento, non vogliono interlocutori con Roma e questo bilancio di previsione è il segno della resa e della sconfitta della giunta Cozzolino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *