fbpx

Fumi in porto, ribadito l’impegno di Capitaneria e attori portuali

Massimo attenzione e impegno nell’azione di contrasto alle emissioni dei fumi delle navi in porto. E’ stato ribadito anche questo pomeriggio nel corso del vertice che si è tenuto in Capitaneria di Porto alla presenza dell’autorità marittima e dei principali attori portuali (compagnie di armamento, agenzie marittime, terminalisti).

Procedure e precauzioni. In particolare è stata sottolineata la costante azione di sensibilizzazione dei comandi di bordo che in condizioni di evidente difficoltà di manovra, quali ad esempio condimeteo-marine non favorevoli, o contingente criticità, l’impiego delle macchine (di bordo) potrà essere causa di una emissione di fumi più evidente. Detta emissione non dovrà essere intesa come manifesta negligenza del bordo o, ancor più, comportamento in spregio alle leggi dello Stato. La Capitaneria ha comunque ribadito le consolidate procedure da porre in essere a cura delle navi sin dalle fasi di atterraggio e di attraversamento del cono di ingresso e, più specificatamente, l’impegno che le stesse devono profondere per limitare le emissioni di fumi durante la manovra, attesa, peraltro, l’indiscussa professionalità posseduta dagli equipaggi di bordo e dalle maestranze portuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *