fbpx

Furti nei negozi: arrestati un pluripregiudicato civitavecchiese ed una rom

Un 44enne pluripregiudicato civitavecchiese ed una 54enne di etnia rom sono stati arrestati nello scorso fine settimana dalla Polizia, per due distinti episodi di furto ai danni di esercizi commerciali. Sabato mattina attorno alle 10 gli agenti del commissariato di viale della Vittoria sono intervenuti in pieno centro cittadino, per la segnalazione di una nomade con una lunga gonna ed una coperta sulle spalle che si aggirava per i negozi.

Furto di articoli sportivi. L’atteggiamento della donna ha subito attirato i sospetti della proprietaria di un negozio di articoli sportivi, che notando la donna aggirarsi tra gli scaffali quasi celata sotto la lunga coperta, che ne nascondeva i suoi movimenti, appena la stessa usciva, senza effettuare acquisti, allertava il 113. Immediatamente una volante intercettava la nomade che alla vista della Polizia cercava di nascondersi tra le macchine in sosta. I poliziotti riuscivano a fermare la donna che sotto la lunga coperta nascondeva una grossa borsa a tracolla. Da un primo controllo all’interno della borsa gli agenti rinvenivano due felpe sportive con ancora attaccato parte del cartellino e dei pantaloni con l’etichetta che riportavano la denominazione di un negozio di abbigliamento ubicato nelle vicinanze, pertanto gli operatori della volante contattavano il proprietario di quest’ultimo esercizio commerciale il quale riconosceva i capi come merce in vendita nel suo negozio e riferiva agli agenti di aver allontanato poco prima dal suo negozio una donna di etnia rom corrispondente nella descrizione alla fermata. Ad entrambi i commercianti, giunti negli Uffici del Commissariato di Polizia per formalizzare la denuncia, è stata restituita la refurtiva. La donna S. M. di nazionalità bosniaca ma proveniente dalla capitale, su disposizione del Pubblico Ministero di turno della Procura di Civitavecchia, veniva tratta in arresto e oggi verrà giudicata con rito direttissimo.

Civitavecchiese in manette. Un altro episodio che ha portato all’arresto di un noto pluripregiudicato civitavecchiese S. M. si è verificato nel pomeriggio di domenica. Anche in questo caso è stata fondamentale la segnalazione di un cittadino che notando l’uomo forzare la serranda di un esercizio commerciale ha subito effettuato la segnalazione al numero di emergenza 113, fornendo una precisa descrizione dell’individuo. Immediatamente i poliziotti giungevano sul posto ed in pochissimi minuti si introducevano all’interno del negozio, al momento chiuso per il riposo domenicale, cogliendo S. M. nella flagranza di reato. Infatti l’uomo in possesso di un grosso cacciavite, dapprima utilizzato per aprirsi un varco nella vetrina, con l’arnese ancora in mano cercava di forzare il registratore di cassa. Visto il fermo nella flagranza di reato di furto aggravato ed il possesso di mezzi di effrazione, S. M., già sottoposto alla Misura di Prevenzione della Sorveglianza Speciale della P.S. aggravata dall’obbligo di soggiorno, condotto negli Uffici del Commissariato di Polizia, veniva tratto in arresto e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne disponeva il giudizio per direttissima nella mattinata odierna.