fbpx

Giubileo alle porte, Psi: “Eliminiamo abusivismo e tuteliamo Ncc e taxi”

Il Giubileo come momento religioso significativo ma anche come potenziale scatto verso l’alto sotto il profilo del profitto e dello sviluppo. Il Partito Socialista Italiano, sezione locale, torna su un tema complesso e importante. L’appuntamento del Giubileo non va sottovalutato, da ogni punto di vista, ma secondo i socialisti, nella fase di attesa il territorio va preparato.

Abusivismo&co. “In città sembra mancare la consapevolezza che l’appuntamento col Giubileo pur rivestendo un carattere eminentemente religioso, costituisce l’occasione assolutamente da non perdere per l’auspicato rilancio sociale, economico e culturale di Civitavecchia. E della stessa immagine della città, purtroppo compromessa oltre che dall’aspetto sciatto dell’abitato anche dalle liti che insorgono ogni giorno in zona portuale – sotto gli occhi degli attoniti viaggiatori – tra i lavoratori regolari dell’autotrasporto pubblico non di linea e i tanti abusivi. Gli uni lamentano, a ragione, di sobbarcarsi tutti gli oneri conseguenti alla regolarità della loro posizione ma di non essere adeguatamente tutelati dalla concorrenza sleale degli abusivi in quanto le misure di contrasto sin qui adottate si rivelano a quanto pare del tutto inefficaci”.

Direzioni. “In tale circostanza ci sembra il caso di riaffermare che il servizio di cui parliamo è degno di una maggiore attenzione, sia per i risvolti economici e occupazionali che procura nell’attuale preoccupante situazione di elevata disoccupazione, sia per la sua utilità oggettiva, essendo in grado di offrire una risposta flessibile alla crescente domanda di mobilità di passeggeri, turisti e croceristi – e presto di pellegrini –  in un’ottica di integrazione dei servizi pubblici di linea. Noi riteniamo che in materia si imponga l’adozione delle seguenti decisioni. Innanzi tutto non può essere tollerata la presenza di operatori che esercitano l’attività di autotrasporto irregolare. L’abusivismo, sia esso di estrazione locale che di altra provenienza, va assolutamente eliminato per gli effetti negativi che produce e per la dimensione intollerabile che assume. E le istituzioni debbono coordinarsi al fine di conseguire un tale risultato, senza offrire margini di tolleranza ad alcuno. Devono essere assolutamente vietate le disdicevoli forme di rincorsa al cliente e di propaganda pubblicitaria al ribasso effettuata da operatori irregolari che basano la loro maggiore competitività sull’evasione delle tasse”.

Ncc e taxi. “Va colta l’occasione unica offerta dal solenne avvenimento religioso del Giubileo e della conseguente crescita del turismo religioso per concordare con la Regione un sensibile incremento numerico delle licenze di ncc e taxi. Se si considera che tra le duecento e le trecento sono le richieste di trasporto della città, e che le stesse al momento non possono essere soddisfatte che in misura veramente esigua dagli operatori cittadini, risulta evidente la possibilità di ipotizzare un congruo aumento delle licenze di autotrasporto distribuito in misura equilibrata tra ncc e taxi. Ad ambedue le categorie va poi assicurata la possibilità di accedere al porto in prossimità delle banchine superando una serie di divieti in tutta sostanza inappropriati”.

Click day. “Inoltre, circa l’adozione del click day per  l’assegnazione ai tour operator di appositi spazi di stazionamento temporaneo a Largo della Pace, ci sembra manifestazione di una volontà di regolamentazione. Il suo meccanismo ci lascia però perplessi: il coefficiente numerico stabilito in misura di 16 operatori turistici appare estremamente ridotto in relazione al numero prevedibile di richiedenti l’accesso: tale da ingenerare pericoli di aggiramento del sistema o l’andata il tilt del portale. E’ da considerare che per dei lavoratori concorrenti, che ogni giorno debbono combattere con la precarietà della loro attività, il solo dato sicuro dell’intervento annunciato sarebbe l’imposizione di un balzello di ben 10 euro per ogni dipendente”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *