fbpx

Grande partecipazione alla conferenza finale del progetto Traversata per una Stella

Grande partecipazione alla conferenza finale del progetto Traversata per una Stella 3. Nella sede della Fondazione Cariciv, alla presenza dell’avvocato Vincenzo Cacciaglia, i due presidenti delle associazioni Stella Polare Onlus e Nucleo Sommozzatori hanno tirato le somme dell’edizione 2015.

Al centro le difficoltà dello sport per i ragazzi disabili. “Con un pattino a remi e uno staff di ragazzi diversamente abili e normodotati siamo riusciti a mettere al centro dell’attenzione la difficoltà dello sport per i ragazzi diversamente abili – ha spiegato il presidente del Nucleo Paolo Ballarini -. Raccogliendo fondi per le attività dei ragazzi stessi. Ma nulla sarebbe stato possibile senza il supporto della Fondazione Cariciv”.

Ringraziamento alle istituzioni per il supporto. Soddisfatto anche Maurizio Poleggi della Stella Polare:“Tante le sono istituzioni che ci sono state accanto, tra tutte voglio ringraziare oltre al comune di Santa Marinella, la Capitaneria di Porto nella persona dell’ammiraglio Tarzia e la Darsena Romana per il grande supporto che ci hanno dato”.

Duecento miglia di navigazione con il pattino. Partito da Genova, facendo cinque tappe notturne, il pattino è arrivato a Santa Marinella superando le 200 miglia di navigazione. “Questo è un progetto che mi emoziona – ha spiegato l’avvocato Cacciaglia della Fondazione Cariciv -. Fare tutte quelle miglia in pattino è un’impresa che a stento potrebbe fare un atleta normodotato. Mi complimento con gli atleti e anche con gli organizzatori. Spesso queste associazioni si sostituiscono anche alle istituzioni nel compiere questo lavoro di assistenza ai disabili. Siamo sempre stati vicini al settore sociale come Fondazione Cariciv e non potevamo che abbracciare questo progetto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *