fbpx

Grasso: “D’Ottavio ha azzerato Forza Italia”

Immediata replica del capogruppo de La Svolta Massimiliano Grasso al coordinatore di Forza Italia Roberto D’Ottavio che aveva parlato di una doppia sconfitta dopo il flop del ricorso elettorale. “Pensavo che dopo aver distrutto il partito, portandolo ad un risultato disastroso a Civitavecchia con appena il 7% dei voti, avesse avuto la decenza di tornare ad occuparsi della Snc o dei suoi affari”. Il giornalista non risparmia un nuovo attacco ai vertici locali del partito di Berlusconi per la spaccatura alle comunali, mentre per la presidenza dell’Autorità Portuale è favorevole ad un dibattito aperto anche alle associazioni di categoria.

Sconfitta del centrodestra. “Fa sorridere il fatto che rispunti, lui, a parlare di sconfitte e a dare lezioni su Civitavecchia, proprio lui che di Civitavecchia conosce solo la strada dal casello alla piscina ed è stato messo a coordinare un partito dai suoi amici che a tavolino, da Roma, hanno decretato la sconfitta del centrodestra. Ora, caro D’Ottavio, capisco che visto che non esprimi neppure un consigliere all’aula Pucci, cerchi ancora di seminare zizzania, perché è l’unica cosa che ti riesce bene. Ma pensa piuttosto ai problemi in casa tua, visto che di lavoro da fare mi sembra ce ne sia molto.”

Terna Authority. “Quanto al porto, mi chiedo se le tue dichiarazioni, in quei termini, siano a titolo personale o rispecchino la linea del partito, a partire dalla posizione del responsabile nazionale della portualità di Forza Italia. Sarebbe interessante saperlo, insieme – su questo siamo d’accordo – ai nomi della terna del sindaco Cozzolino, a proposito della quale con il gruppo della Svolta, siamo andati oltre la richiesta di D’Angelo, chiedendo un confronto ancora più ampio, in un consiglio comunale aperto alle associazioni di categoria ed alle forze politiche e sociali, non rappresentate in consiglio comunale. Così, in quell’occasione, anche tu e Forza Italia avrete la possibilità di intervenire all’aula Pucci e far sentire la vostra voce”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *