fbpx

Gruppo consiliare Pd: “Ecco la proposta di aiuto per commercianti e artigiani”

“In una città che dovrebbe tentare di percorrere nuove strade per uno sviluppo alternativo alle servitù energetiche e che avrebbe bisogno si sviluppare un’economia complementare a quella portuale, il segnale di allarme lanciato dal presidente della CNA territoriale, Alessio Gismondi, risulta quanto mai preoccupante”. Il gruppo consiliare del Partito Democratico sollecita l’amministrazione Cozzolino ad intervenire per dare un sostegno ai commercianti e agli artigiani in sofferenza. Pressione fiscale al top, regole discutibili, per i democrat è necessaria una proposta che contribuisca a mandare un pò di ossigeno alle piccole imprese locali.

Pd. “Indubbiamente la pressione impositiva e fiscale gioca un ruolo decisivo sulla competitività e redditività delle tante piccole imprese cittadine che oggi si trovano con l’acqua alla gola. Certo è che l’Amministrazione 5 stelle, nulla ha fatto per ridimensionare l’enorme incremento della tassazione che il Commissario Straordinario ha introdotto dopo la caduta della giunta di centrosinistra. Si dirà ancora una volta che la giunta Tidei contava anche sui fondi Enel? Verissimo … ma se questo contribuiva a tenere le tasse ad un livello più accettabile, è forse un torto? Ci siamo forse oggi, a fronte di una rinuncia a quelle risorse, liberati dalla servitù del carbone? Tuttavia la vertenza degli artigiani non deve costituire il pretesto per una sterile polemica ma può essere l’occasione per ricercare insieme delle soluzioni che mirino ad attenuare la morsa che rischia di stritolare moltissime attività lavorative già duramente provate dalla manovra sui minimi e dall’aumento dei contributi previdenziali per gli iscritti alla gestione separata dell’Inps, previsto dalle disposizioni del governo Monti che, nel 2018, finirà per sfiorare quota 33%. A questo si aggiunge un peso rilevantissimo di TOSAP, TASI, IMU e TARI oltre ad una visione restrittiva delle norme che regolano i dehors e le autorizzazioni per qualsiasi iniziativa innovativa”.

Sollecito. “In questo oggettivo difficilissimo contesto (per fortuna parzialmente attenuato dagli sgravi fiscali recentemente introdotti dalla Regione Lazio), sollecitiamo il sindaco Cozzolino a varare delle norme che prevedano una serie di interventi a favore dei commercianti e degli artigiani che esercitano la propria attività in zone di oggettivo degrado dovuto all’incuria del Comune ovvero zone chiuse al traffico a causa di lavori per la realizzazione di opere pubbliche che si protraggono per lunghi periodi o per zone con riconosciuta sofferenza dovuta a disservizi idrici, o di altra natura, riconducibili a responsabilità della pubblica amministrazione”.

Collaborazione. “Si tratta ovviamente di una proposta sulla quale siamo disposti a dare il nostro contributo per la stesura di un regolamento che possa includere le diverse casistiche e quantificare il peso della riduzione fiscale. Indipendentemente dall’impatto economico di tale provvedimento, una delibera del Consiglio Comunale (magari votata all’unanimità) che dovesse andare in questa direzione avrebbe sicuramente l’effetto di far sentire meno vessata una categoria troppo spesso tagliata fuori dall’interessamento di chi amministra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *