fbpx

Il bilancio di previsione preoccupa il PD che punta sulla tassa di sbarco

Il Partito Democratico ha espresso la propria preoccupazione per il bilancio di previsione 2015. Il capogruppo Marco Piendibene ha sottolineato l’assenza delle linee guida da parte dell’amministrazione e questo si riflette praticamente sulle spese di tutti i giorni, a partire dalla manutenzione stradale e dal rispristino dei semafori.

Liquidità. “Siamo arrivati ad un bivio, o aumentano le entrate o il comune sarà costretto a cedere dei servizi e parte del personale. Non crediamo – ha affermato Piendibene – che dall’intesa tra porto e Authority arriveranno risorse per il Pincio che ha invece bisogno di un’iniezione di liquidità nell’immediato. Questa amministrazione ha ancora le aliquote imposte dal commissario ed aspettiamo con ansia il bilancio che deve garantire i servizi comunali”.

Chiarezza e disponibilità. “Su Hcs c’è ormai una crisi conclamata e chiediamo chiarezza al sindaco. Allo stesso tempo vogliamo contribuire a risolvere questa vertenza ma dall’altra parte si rifiuta sempre il nostro aiuto”.

Dimissioni Cozzolino. Su Hcs sono intervenuti duramente il consigliere Pietro Tidei e il segretario Enrico Leopardo che hanno chiesto le dimissioni del sindaco Cozzolino. “Il sindaco ha nascosto il pignoramento – haricordato Tidei – e questo non è accettabile. Dopo quello di Edison c’è il rischio concreto di altre azioni legali che potrebbero portare il Comune al default finanziario”.

Bugie del sindaco. “Dal sindaco sono arrivare solo bugie – ha aggiunto Leopardo – a partire dalle promesse poi non mantenute sul pagamento degli stipendi ai dipendenti di Civitavecchia Infrastrutture”.

Coerenza. Il consigliere Marco Di Gennaro ha invece puntato il dito sul piano di salvataggio delle holding. “In campagna elettorale la fusione con Civitavecchia Infrastrutture era la prima soluzione avanzata dal M5S, adesso invece andrà in liquidazione. Siamo perplessi e preoccupati per la mancanza di coerenza della maggioranza e dall’assenza di soluzioni ai problemi”.

Tassa di sbarco. Oltre al bilancio il PD ha affrontato il tema caldo della tassa di sbarco. Tassa che secondo Rita Stella deve essere portata avanti con forza e determinazione. “Sposiamo in pieno la proposta dell’Anci, che in passato ha trovato una forte ostilità dal porto. Bene ha fatto la nostra parlamentare Marietta Tidei a presentare una proposta di legge e a scrivere una lettera al premier per estendere questa imposta anche ai crocieristi. Civitavecchia – ha sottolineato Rita Stella – è parte integrante dell’Area Metropolitana di Roma e bene ha fatto Marino a sostenere questa proposta, che è una strada da percorrere. Dal M5S troviamo disponibilità solo a parole mentre nei fatti non c’è confronto con l’opposizione e le parti sociali”.

TV. Nella sezione IdeaNewsTv è presente una parte della conferenza stampa di questa mattina del Partito Democratico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *