fbpx

Il consiglio aperto sulle banche si rivela un flop

“Un consiglio storico, per la prima volta a Civitavecchia si parla delle banche che rappresentano i veri poteri forti”. Così Mauro Guerrini, primo firmatario della richiesta di consiglio aperto, ha dato il via ieri pomeriggio alla seduta che doveva affrontare il delicato tema dei rapporti tra gli istituti di credito e i cittadini. Un rapporto di fiducia che è stato messo a dura prova dopo il fallimento di Banca Marche, Carichieti, Carife e Banca Etruria, e il tanto discusso decreto “salva-banche” varato dal Governo Renzi.

Aula Pucci semi-deserta. Un consiglio nato con tante buone intenzioni ma che sul piano pratico ha deluso le aspettative. Pochissimi i cittadini presenti all’aula Pucci e grandi assenti, come era ampiamente previsto, i direttori degli istituti di credito del comprensorio che non hanno risposto all’invito dell’amministrazione.

Gli interventi. La discussione, dopo l’intervento introduttivo di Guerrini, è stata aperta dall’economista e professore universitario Antonio Maria Rinaldi che ha analizzato la situazione bancaria italiana ed europea, ma il suo intervento si è ben presto trasformato in un attacco al Governo Renzi. Sui banchi dell’aula Pucci si sono poi alternati i rappresentanti di Ausbef, Federconsumatori, Sportello Consumatori e Codacons, che hanno ricordato le azioni messe in campo dalle associazioni a difesa dei risparmiatori. Diversi gli interventi anche dei consiglieri comunali, da De Paolis a Carlini, e dell’esponente del Polo Democratico Fabio Angeloni a cui è toccato il difficile compito di una difesa d’ufficio delle banche.

Flop. Un consiglio molto tecnico e per certi versi interessante, che però è mancato sul piano del confronto con il sistema bancario e del coinvolgimento dei cittadini, i due aspetti più importanti su cui avevano puntato i promotori per fare chiarezza sugli strumenti finanziari e per tutelare i risparmiatori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *