fbpx

Il futuro della SNC legato al bando per il PalaGalli

Linea verde o mantenimento dell’attuale potenziale della squadra? E’ questa la domanda che aleggia in casa SNC, la cui risposta è legata al bando per la futura gestione del PalaGalli. A poche settimane dalla sfortunata uscita dai play off contro il Lavagna, in casa rossoceleste si comincia ad analizzare la situazione in vista della prossima stagione.

Gruppo storico. A preoccupare il gruppo storico dei giocatori è la situazione dello Stadio del Nuoto. L’incertezza su quale sarà la prossima casa della squadra crea un po’ di timore. A dare grattacapi è anche la questione dei rimborsi in pregresso. Sia il capitano Loris Foschi che Daniele Simeoni si sono dichiarati disposti a continuare, anche perchè la partnership con Enel da un minimo di fiducia. I big si aspettano un segnale dalla società, anche perchè, se dovesse venire a mancare il fattore stadio, gli scenari che si andrebbero ad aprire sarebbero imprevedibili. Sulla stessa questione è intervenuto Simeoni “Il mio rimborso è stato ridimensionato in maniera consistente lo scorso anno. Penso che da questo punto di vista il sacrificio da parte mia non sia assolutamente mancato, a fronte di prestazioni che sono rimaste positive”. Anche Andrea Muneroni è sulla stessa linea “Spero che il club mandi un segnale a breve. La stagione è andata da poco in archivio, ma ho voglia solo di giocare a pallanuoto”.

Prospettive future. Due situazioni da analizzare in maniera separata sono quelle di Davide Romiti ed Ivan Zanetic. Se la situazione dell’impianto dovesse non vedere un buon esito, i due giocatori potrebbero salutare la compagine, con l’inserimento in prima squadra di due elementi delle giovanili come Andrei Butuc (impegnato in questi giorni con la Romania a Giochi Olimpici Europei di Baku) e Lorenzo Di Bella. I due andrebbero a raggiungere Leonardo Checchini, ormai membro stabile della squadra di A2. Se invece dal bando arrivassero notizie positive, ci potrebbe essere anche il gradito ritorno di Fabrizio Rinaldi.

Bivio. Questa è quindi la situazione: linea verde o andare avanti con la squadra dell’anno scorso? A questa domanda solo il bando in arrivo nelle prossime settimane potrà dare una risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *