Dicembre 9, 2022
Il litorale mobilitato per l’Ucraina
Attualità Attualità Cerveteri Attualità Ladispoli Cerveteri In evidenza Ladispoli Politica Ultima ora

Il litorale mobilitato per l’Ucraina

Molte le iniziative che si sono messe in piedi per sostenere la popolazione colpita dalla crisi ucraina.

Diocesi Porto-Santa Rufina

Caritas Porto-Santa Rufina, si unisce all’appello di Papa Francesco per una corale preghiera per la pace e per l’adesione alla Giornata di digiuno del prossimo 2 marzo mercoledì delle ceneri.

La Chiesa italiana, attraverso Caritas italiana è accanto alla Caritas Ucraina ed alla popolazione tutta, attivandosi per fornire gli aiuti necessari per rispondere ai bisogni più urgenti e ha avviato una raccolta fondi per sostenere gli interventi di assistenza umanitaria ed emergenziale, a cui partecipa.

Caritas Porto-Santa Rufina sostiene la raccolta invitando tutti a contribuire con una donazione.

In questa fase è importante non disperdere le azioni, Caritas Italiana segue costantemente l’evoluzione della situazione attraverso il collegamento con Caritas Ucraina e Caritas dei paesi limitrofi che si stanno adoperando per garantire l’accoglienza delle persone in fuga dalla guerra. Si stima che nei prossimi giorni tra uno e cinque milioni di ucraini potrebbero cercare rifugio in Europa.

Per contribuire

bonifico bancario:

IBAN IT82T 08327 03228 000 000 000 800 Banca di Credito Cooperativo

Intestato a Diocesi Porto Santa Rufina

Causale: Emergenza Ucraina

Cerveteri

“L’Ucraina e l’Europa stanno vivendo dei giorni drammatici. Le immagini provenienti dai luoghi del conflitto sono una ferita profonda nel cuore della democrazia e della pace. A Cerveteri stiamo dando vita ad una grande macchina della solidarietà a sostegno delle famiglie ucraine in fuga dalla guerra, uomini, donne, bambini, costretti in fretta e furia a dover lasciare la propria terra, a scappare dal terrore delle bombe e dei missili. Per questo, insieme al Gruppo Comunale di Protezione Civile, abbiamo organizzato una serie di iniziative di solidarietà e assistenza alla popolazione per garantire loro un piccolo ma importante e tangibile sostegno in questo momento così difficile e doloroso”. A dichiararlo è Alessio Pascucci, Sindaco di Cerveteri.

Diversi gli appuntamenti organizzati in tutto il territorio.

Sono già stati posizionati dei carrelli solidali presso svariati supermercati di Cerveteri dopo poter donare uno o più prodotti a lunga conservazione. Nel dettaglio è possibile trovare i carrelli solidali presso il Decò di Cerveteri, all’altezza dello svincolo autostradale, al Carrefour Express a Cerenova vicino l’ufficio postale di Viale Fregene, il CONAD CITY in Largo Almuneacar, al TODIS, lungo la Via Aurelia in direzione Civitavecchia e presso l’alimentari da Giancarlo e Mariana in Piazza Aldo Moro n.14. Punto di raccolta, ma solo per i prodotti per il corpo e igiene personale, anche da OASI CASA in Via Renato Morelli n.2.

Sabato 5 marzo invece una lunga giornata di solidarietà e di raccolta. Il Gruppo Comunale di Protezione Civile insieme alla G.S. Cerveteri Runner di Loredana Ricci saranno operativi per l’intera giornata davanti al Carrefour Market di Cerveteri in Largo A.Loreti, per quanto riguarda i generi alimentari, e al Maury’s di Cerveteri per ciò che concerne i prodotti per il corpo.

Si possono donare tutti generi alimentari a lunga scadenza e comunque non deperibili. Mentre per l’igiene personale si invita la cittadinanza a donare saponi e detergenti per il corpo, prodotti per l’igiene intimo, assorbenti, pannolini e creme per bambini, salviettine profumate e tutto ciò che possa essere utile per il benessere della persona.

“A distanza di 100anni dalla Prima Guerra Mondiale, un nuovo conflitto che sta portando solamente morte, dolore e distruzione – dichiara il Sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci – tutti i prodotti raccolti verranno consegnati tramite il nostro Gruppo Comunale di Protezione Civile direttamente alle realtà che si stanno occupando alle frontiere degli Stati confinanti con l’Ucraina dell’accoglienza delle famiglie in fuga dal conflitto. Siamo ovviamente consapevoli che si tratterà di una goccia nel mare all’interno del dramma che stiamo vivendo ma l’auspicio è che tutte le iniziative solidali e le manifestazioni di vicinanza in corso in questi giorni in tutta Italia possano far sentire meno sola una popolazione come quella ucraina che sta vivendo l’incubo di una nuova guerra”.

“Con l’occasione – conclude il Sindaco – ci tengo a ringraziare Loredana Ricci e il gruppo dei Runner, anche questa volta in prima linea nel sociale, e tutto il Gruppo Comunale di Protezione Civile, guidato da Renato Bisegni, sempre fondamentali e presenti in manifestazioni come queste. Non lasciamo indietro nessuno”.

Chiunque volesse donare dei prodotti può contattare direttamente il Gruppo Comunale di Protezione Civile al numero 0699207060.

Ladispoli

“Grazie alla Protezione Civile Comunale, ad Avalon e Assovoce abbiamo attivato una raccolta di generi alimentari e di prima necessità da inviare a sostegno della popolazione ucraina colpita dalla guerra. A partire da oggi, presso le due sedi di via Castellammare di Stabia, all’interno del plesso scolastico Falcone, dalle ore 14:00 alle ore 20:00 sarà possibile donare generi alimentari a lunga conservazione e per l’igiene personale (per adulti e bambini, compresi assorbenti, pannolini e salviette), camici, guanti, mascherine monouso, coperte e cibo per animali. In questi due punti di raccolta, all’interno delle farmacie comunali e in quelle private che aderiranno all’iniziativa sarà inoltre possibile donare prodotti di primo intervento come disinfettanti, antisettici, garze, cerotti, alcol e bendaggi. Ringrazio fin d’ora tutte le persone che potranno dare il proprio contributo”.

Così il sindaco di Ladispoli Alessandro Grando.