fbpx

Il PD chiede la revoca del regolamento sui dehors

I consiglieri comunali del Partito Democratico Marco Piendibene e Rita Stella hanno presentato una mozione urgente per chiedere la revoca dell’attuale regolamento sui dehors e una nuova conferenza dei servizi per studiare delle soluzioni che portino allo snellimento delle procedure per il rilascio delle autorizzazioni.

Percorso ad ostacoli. Gli esponenti del PD criticano l’amministrazione per il caos generato tra i commercianti per “la farraginosità e la contraddittorietà del regolamento, per il quale sarebbe stato più saggio chiedere un parere preventivo ovvero concordare alcuni passaggi con lo stesso Ministero competente al fine di evitare l’attuale “percorso a ostacoli” a cui deve sottostare ogni singolo richiedente”.

Parere unico. “La possibilità dell’applicazione dell’istituto della Conferenza dei Servizi con la quale è prevista l’acquisizione di tutti i pareri in un’unica procedura, e quindi anche lo stesso Ministero espressosi preventivamente su tutto il Regolamento – spiegano Piendibene e Stella -, avrebbe formulato un parere cumulativo e non applicato di volta in volta alle diverse casistiche, utilizzando se necessario l’opzione del silenzio assenso previsto dalla norma”.

Regolamento sbagliato. “Se l’Amministrazione avesse correttamente e diligentemente utilizzato le procedure di legge esistenti, oggi tutti i dehors complessivamente e contestualmente sarebbero stati autorizzati in con un’unica procedura amministrativa in capo al Comune. Solo in questo modo – sottolineano gli esponenti del PD – si sarebbero allora rispettati tempi certi e procedure snelle, a tutela dei commercianti e senza la necessità di demolire i dehors esistenti. Ne consegue che il Regolamento vigente è sbagliato nella sua impostazione dato che non tiene conto delle specifiche necessità degli operatori commerciali e tantomeno si avvale della pur possibile semplificazione delle corrette normative ambientali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *