fbpx

Il piano di salvataggio del Comune all’esame della Corte dei Conti

Il piano di salvataggio dell’amministrazione è all’analisi della Corte dei Conti che entro un mese darà la propria valutazione. A Palazzo del Pincio confidano in una risposta positiva che significherebbe scongiurare l’ipotesi defaul e dissesto finanziario. Il sindaco Antonio Cozzolino, l’assessore al bilancio Florinda Tuoro e l’assessore al lavoro e alla partecipate Marco Savignani hanno illustrato questo pomeriggio i punti cardine del piano triennale (2015-2017) elaborato dalla maggioranza, ed approvato con le polemiche dell’opposizione in consiglio comunale.

Maggiori entrate e tagli alla spesa. Un piano illustrato nel dettaglio dall’assessore Tuoro e che passa necessariamente dal bilancio di previsione. Maggiori entrate fiscali, taglio della spesa (soprattutto quella legata al personale), l’inserimento del milione e mezzo in arrivo dall’accordo con l’Auorità Portuale, e i 3 milioni relativi alla valorizzazione del fondo immobiliare.

Futuro municipalizzate. Il salvataggio del Comune passa anche dal piano di ristrutturazione delle partecipate. L’assessore Savignani in questo caso ha fornito un quadro più chiaro della situazione. Le holding da quattro confluiranno in una NewCo con un notevole risparmio dei costi strutturali, con un nuovo unico ufficio amministrativo. Si punterà alla riduzione del costo del personale, che nelle intenzioni dell’amministrazione dovrà scendere di 1,5 milioni, e alla salvaguardia del maggior numero di posti di lavoro. Il 15 ottobre sarà costituita la NewCo che sarà operativa dal primo gennaio con una nuova pianta organica.

Civitavecchia Infrastrutture. Della NewCo inizialmente non fare parte Civitavecchia Infrastrutture, la cui deliberà per la messa in liquidazione dovrà comunque passare dal consiglio comunale. Sul futuro della società la maggioranza deciderà comunque nei prossimi mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *