fbpx

Imbrattano “panchina Lgbt”, invece è la panchina dell’Amicizia

Hanno imbrattato una panchina credendola legata al pensiero Lgbtq+, invece era solo la panchina dell’Amicizia voluta da un gruppo scout. Il singolare caso è avvenuto a Civitavecchia in largo d’Ardia, dove qualche settimana fa era stata posta una panchina colorata dal locale gruppo Agesci.

La “inaugurazione” della Panchina dell’Amicizia, alla presenza di esponenti del centrodestra

L’obiettivo era creare una panchina che esprimesse la disponibilità della persona che vi si sedeva a vincere la propria solitudine invitando alla conversazione chiunque volesse. Ma i colori della seduta (ridipinta per l’occasione di bianco, viola, arancione, verde, giallo e azzurro) devono aver tratto in inganno qualcuno, convinto invece che si trattasse di una panchina legata alla propaganda per il ddl Zan e l’ha riempita di scritte col pennarello.

A dire il vero la proposta di installare una panchina arcobaleno per il ddl Zan era stata avanzata da Pd, Movimento 5 stelle ed altri consiglieri, ma era stata respinta da Forza Italia, Lista Tedesco e Lega (mentre i consiglieri di Fratelli d’Italia si erano assentati al momento del voto) e quindi non se ne era fatto più nulla.

Comunque col fiorire di panchine di ogni colore (abbiamo perso il conto di quante ce ne siano in giro) ci si può confondere. Ma che la risposta sia il vandalismo non è certamente una cosa normale.