fbpx

In 200 alla marcia contro la violenza e l’omofobia

In strada con un fiore in mano per dire no all’omofobia e alla violenza. In 200 questo pomeriggio si sono radunati a largo Monsignor D’Ardia per prendere parte alla marcia di solidarietà nei confronti del 19enne Michael aggredito e offeso lo scorso fine settimana da due minorenni soltanto perché omosessuale. I colpevoli sono stati denunciati proprio oggi dai Carabinieri che nel giro di pochi giorni hanno chiuso il cerchio delle indagini ed individuato gli aggressori.

corteo omofobia2

Difesa della diversità. Alla marcia ha preso parte anche lo stesso Michael insieme a tantissimi giovani, che hanno intonato slogan contro l’omofobia e a difesa della diversità. Tanti anche i cartelli per ribadire il no di tutta la città agli episodi di violenza, non solo a sfondo omofobo. Un corteo promosso ed organizzato subito dopo l’aggressione con un tam tam su Facebook e che ha raccolto fin da subito l’adesione dell’unione degli studenti e di tanti civitavecchiesi. Insieme ai cittadini hanno sfilato anche esponenti della giunta e dell’opposizione, tutti uniti in questa occasione.

corteo omofobia3

Tavolo sui problemi dei giovani. La marcia dopo aver attraversato corso Centocelle, piazzale degli Eroi e viale Garibaldi, si è conclusa a largo Galli dove è stata improvvisata una piccola assemblea. I rappresentanti degli studenti hanno ribadito la ferma contrarietà a tutte le forme di violenza ed hanno evidenziato la necessità dell’apertura di un tavolo sul tema delle discriminazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *