fbpx

Istituto Stendhal: un mese di alternanza Scuola-Lavoro nelle principali città europee

Una grande ed importante avventura per gli studenti dell’IIS Stendhal. Circa sessanta studenti sono in procinto di partire per un mese di Alternanza di Scuola Lavoro nelle principali città europee, all’insegna di un’esperienza unica e di enorme valore. Un progetto finanziato dall’Unione Europea che vede l’Istituto cittadino in partnership con altre due scuole del comprensorio, C. A. Dalla Chiesa di Montefiascone e Orioli di Viterbo, primo nel Lazio ad affrontare un’impresa così complessa e così significativa per gli studenti. “Siamo molto orgogliosi dei nostri ragazzi che hanno accolto con grandissimo entusiasmo questa opportunità che la scuola ha loro offerto” racconta la Dirigente Scolastica professoressa Stefania Tinti.

Progetto. Durante il percorso che vivranno all’estero, i ragazzi potranno mettere alla prova le loro competenze personali acquisite nei corsi di studi dei diversi indirizzi, Tecnico Turistico “Croce”, Alberghiero “Cappannari” e Tecnico Economico “Baccelli”, in aziende altamente specializzate. Una grossa opportunità offerta agli studenti selezionati, i quali potranno quindi conoscere diversi stili di lavoro, approfondire le lingue, conoscere diverse abitudini di vita e le diverse culture e soprattutto crescere professionalmente e come cittadini europei. Il progetto “VET-T.E.E.N. –Training in Europe to increase life skills and Employability of VET learNers” è una novità assoluta per il comprensorio e rappresenta una occasione davvero straordinaria per gli studenti dello Stendhal, a maggior ragione perché l’esperienza è a costo zero per gli studenti. Tanta la soddisfazione della Dirigente Scolastica Stefania Tinti, entusiasta della realizzazione e della grande particepazione a tale progetto “È un’opportunità di crescita molto significativa per i ragazzi. Trascorrere un intero mese all’estero e lavorare in un’azienda lontano da casa può essere motivo di una maturazione importante sotto il profilo dell’ autonomia personale dell’autostima”

I candidati. Gli studenti selezionati hanno seguito un percorso piuttosto articolato nella loro candidatura. Hanno dovuto redigere una lettera motivazionale, preparare un curriculum ed infine sostenere un colloquio. “Abbiamo voluto premiare, oltre i risultati scolastici, l’intraprendenza e la volontà di crescere professionalmente. Tutte cose che riteniamo essere elementi fondamentali per trarre il massimo vantaggio da un’esperienza così complessa” aggiunge la Tinti. I ragazzi, per tutta la durata del soggiorno, saranno accompagnati nelle diverse destinazioni in Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Spagna e Malta dai loro docenti che saranno il loro punto di riferimento per tutta la durata dell’esperienza.

Claudia Barbara