fbpx

Italcementi chiude la porta al Pincio. Cozzolino: “Scenario inaspettato”

Italcementi, si riparte da zero. L’accordo proposto dal Comune per ciò che riguarda la riqualificazione dell’ex fabbrica salta all’improvviso, cancellando in un attimo l’ottimismo del sindaco Antonio Cozzolino. Soltanto qualche giorno fa era sta inviata una bozza d’accordo dall’amministrazione che avrebbe ricevuto inizialmente dei segnali positivi. Ora il dietrofront inatteso da Palazzo del Pincio con la società bergamasca che ha giudicato la proposta inaccettabile.

Proposta. L’opzione messa in campo da Cozzolino era la seguente: edificare 140 mila metri cubi, 100 mila di proprietà di Italcementi che ne avrebbe ceduti 10 mila al Comune per strutturare degli uffici pubblici, gli altri 40 mila gratuitamente all’amministrazione che avrebbe voluto destinarli all’emergenza abitativa con un progetto targato Ater che avrebbe previsto la costruzione di circa 90 appartamenti: “Sono molto sorpreso – ha dichiarato Cozzolino – ora aspettiamo nuove proposte dall’azienda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *