fbpx

La giunta approva lo schema di attualizzazione della convenzione con l’Enel

Domani pomeriggio il sindaco Cozzolino relazionerà sullo schema di attualizzazione e interpretazione dell’accordo 2008 Comune – Enel, che questo pomeriggio è stato al centro di una riunione di giunta. Presenti il sindaco, il vice sindaco e tutti gli assessori, che hanno approvato una delibera che indica le “attualizzazioni” che andranno ad integrare la convenzione firmata dall’ex sindaco Moscherini.

Imu. In particolare il Comune riconosce la somma versata per anticipazioni fatte dall’Enel nel 2012 e 2013, nella misura di 17 milioni di euro. Enel e Comune nel riconoscere il mutato regime fiscale e i maggiori esborsi complessivi per l’ente elettrico, rimodulano ed attualizzano l’importo minimo garantito per gli anni successivi al 2015 a 8 milioni di euro. (L’Enel verserà pertanto un importo pari alla differenza tra 8 milioni e quanto effettivamente percepito dal Comune a titolo di Imu o di diversa imposta sul possesso di immobili che dovesse essere introdotta dalle modifiche alla normativa). Il Comune su questo punto ha calcolato in 13,6 milioni di euro la differenza a proprio credito tra quanto complessivamente versato tra il 2012 e il 2015 da Enel tra Imu e importo aggiuntivo di 0,5 milioni di euro (21,6 milioni di euro) e quanto ritiene dovuto in base all’articolo 4 dell’accordo 2008 (35,2 milioni di euro). L’Enel salderà gli arretrati fino al 2015, pari a complessivi 13,6 milioni di euro, con pagamento di 7 milioni di euro entro il 15 dicembre e compensazione degli ulteriori 6,6 milioni di euro con parte degli anticipi versati al Comune. L’importo residuo dovuto dal Comune ad Enel (10,4 milioni di euro) verrà corrisposto mediante riduzione di quanto dovuto da Enel di 1 milione di euro l’anno a partire dal 2023.

Eolico e investimenti sul territorio. Sul mancato investimento per l’eolico, l’Enel indennizzerà il Comune con 5 rate annuali da due milioni di euro a partire dal 2016 pe run totale di 10 milioni, mentre per i mancati investimenti sul territorio l’Enel entro il 30 giugno dovrà presentare un progetto di Smart City che prevede l’installazione di 20 colonnine di ricarica per i mezzi elettrici, la sostituzione dell’illuminazione pubblica con i pali di tipo smart , l’efficientamento energetico dei sistemi di pompaggio degli impianti di sollevamento del depuratore di Fiumaretta e di quelli disposti lungo la costa e dell’acquedotto comunale, l’efficentamento elettrico delle scuole comunali e l’introduzione del “motorsharing”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *