fbpx

L’amministrazione punta sul rilancio del consorzio universitario

Un anno di lavoro per far ripartire l’Università. L’amministrazione grazie alla collaborazione e alla sinergia con la Fondazione Cariciv e l’Università della Tuscia ha dato nuova linfa al consorzio che dopo il 2011 aveva avuto un crollo di iscritti, con l’uscita di scena dell’Università La Sapienza di Roma.

Polo universitario abbandonato. “Il rilancio del polo universitario di Civitavecchia – ha spiegato l’assessore all’istruzione e all’innovazione tecnologica Gioa Perrone – è un obiettivo prioritario del nostro programma. Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un disinteresse da parte delle passate amministrazioni, e all’abbandono della sede del Villaggio del Fanciullo, con le iscrizioni passate da 800 a 100”.

Finanziamenti mancanti. Sulla crisi del consorzio hanno influito anche i mancati finanziamenti arrivati dal Comune. “Dal 2010 al 2013 l’Enel ha versato regolarmente un contributo annuo di 500 mila euro al Comune che poi però non sono mai arrivati all’ente universitario. I due milioni mancanti sono tra i residui attivi che abbiamo trovato. L’ultimo contributo arrivato al consorzio – ha aggiunto l’assessore Perrone – risale al 2012. Consorzio che deve avere dal Comune 262 mila euro per il 2010-2012, 194mila per il 2011-2012, e altri 262 mila per il 2012-2013 e il 2013-2014. Con il consorzio abbiamo trovato un accordo e abbiamo già liquidato una prima tranche di 262 mila euro, e poi saranno corrisposte anche tutte le altre annualità arretrate”. Il Comune, rappresentato nel consiglio d’amministrazione del consorzio dal sindaco Cozzolino, dall’assessore Perrone e dal consigliere Floccari, ha distaccato a proprie spese sei dipendenti a supporto del polo universitario.

Contributo Enel. Sul contributo erogato dall’Enel per l’università, 500 mila euro all’anno fino a quando resterà in funzione la centrale di Tvn, è intervenuto il consigliere Floccari che ha spiegato la posizione dell’amministrazione. “E’ un contributo dovuto e necessario che giustamente prendiamo. C’ è un accordo che l’Enel sta rispettando, su altre questioni invece pretendiamo invece che l’ente energetico rispetti gli impegni presi”.

Iscrizioni. “L’Open day è stato un successo con oltre 100 ragazzi iscritti. Iscrizioni che termineranno il 5 novembre, ma sono previsti sconti e agevolazioni per chi formalizzerà la domanda di accesso ai corsi entro il 30 settembre. L’obiettivo per questo anno accademico – ha concluso l’assessore Perrone – è superare le 200 iscrizioni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *